Tutti i post con il tag: Pneumatici

Campagna vacanze sicure

Campagna vacanze sicuriE’ partita da pochi giorni la quattordicesima edizione di Vacanze sicure.

“Siamo già in clima vacanziero?” penserete voi. La risposta è: chi ha tempo non aspetti tempo, soprattutto quando si tratta di prevenzione e sicurezza stradale. “Vacanze sicure” è, infatti, una campagna di sicurezza stradale, nata in collaborazione con la polizia stradale e Assogomma, il cui fine è quello di sensibilizzare gli utenti della strada sul ruolo fondamentale degli pneumatici a garanzia della sicurezza stradale.

Di cosa si tratta

Fino al 5 giugno gli operatori della Polizia stradale saranno impegnati in controlli mirati sullo stato degli pneumatici dei veicoli in circolazione. Le regioni coinvolte in tale progetto sono: Emilia Romagna, Sicilia, Calabria, Trentino Alto Adige, Sardegna e Puglia, praticamente le principali mete turistiche del nostro bel stivale. Si stima che, nei territori interessati dall’iniziativa, saranno eseguite circa 10.000 verifiche che – sommate a quelle eseguite nelle edizioni precedenti – raggiungeranno un totale superiore ai 150.000 controlli.

Le infrazioni più comuni registrate negli ultimi anni riguardano principalmente l’impiego di pneumatici danneggiati, in particolare il fenomeno delle cosiddette gomme lisce, ma anche l’utilizzo di gomme non omologate e non rispondenti alla carta di circolazione.

Al termine dei controlli, i dati raccolti, verranno analizzati secondo l’ormai consolidato modello del Politecnico di Torino e i risultati saranno illustrati in occasione di una conferenza stampa.

Perché tanta attenzione agli pneumatici?

L’iniziativa “vacanze sicure” parte dalla consapevolezza dell’importanza delle gomme per la sicurezza stradale. Lo pneumatico, è bene ricordarlo, è l’unico punto di contatto tra il veicolo e il suolo; diventa quindi un elemento determinante per prevenire rischi e incidenti.

Una corretta manutenzione degli pneumatici rappresenta un atto di responsabilità per se stessi e per tutti gli utenti della strada. Ergo: anche se nelle prossime settimane non circolerete nelle regioni interessate al progetto, controllate l’usura delle vostre gomme.

E già che ci siamo…

Vi ricordiamo che, se non lo avete ancora fatto, avete tempo fino al 15 maggio per procedere alla sostituzione delle gomme invernali con quelle estive.

Smart Tyre, lo pneumatico intelligente

pneumatico-intelligenteFacciamo un breve sondaggio: cosa vi aspettereste da uno pneumatico intelligente? Magari che possa essere in grado di eseguire un’autodiagnosi, segnalando il proprio stato di usura e perché no? Magari che fosse in grado di prevenire gli incidenti stradali.

Pensate sia fantascienza? Invece no: si chiama Smart Tyre ed è un progetto italiano.

Di cosa si tratta?

L’idea è semplice quanto rivoluzionaria: lo Smart Tyre è un sistema di sensori e unità di elaborazione dati che si integrano col computer di bordo. I segnali inviati dai sensori vengono rielaborati dall’hardware della vettura e permettono all’automobilista di conoscere lo stato di usura delle gomme, eventuali danneggiamenti e una stima di quando provvedere al cambio gomme.

Quali vantaggi?

Lo pneumatico intelligente permette un controllo costante dell’usura delle gomme; aspetto determinante in termini di sicurezza stradale. Il battistrada è – infatti – l’unico punto di contatto della vettura con il manto stradale: una corretta e costante manutenzione dello stesso è il primo passo per una guida sicura. Pensate a quali potrebbero essere le conseguenze di gomme lisce e usurate sul sistema frenante della vostra auto.

Non solo: avere gli pneumatici performanti si traduce anche in una consistente riduzione dei consumi energetici, perché circolare con gomme in cattive condizioni produce un maggior dispendio di carburante.

E infine un po’ di campanilismo: possiamo dire con orgoglio che il progetto è made in Italy. Smart Tyre nasce dalla collaborazione di un gruppo interdisciplinare dell’Istituto TeCIP (Tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione, della Percezione) della Scuola Superiore di Sant’Anna di Pisa che ha brevettato il sistema informatico alla base del funzionamento dello pneumatico intelligente.

Il sistema è ancora in fase di sperimentazione, ma non si dovrà attendere ancora molto perché il lancio sul mercato è previsto nel 2017.

Gomme invernali: siete pronti?

Tra pGomme invernalioco meno di un mese scatterà l’obbligo delle gomme invernali: a partire dal 15 novembre e fino al 15 aprile, sarà, infatti, necessario montare gli pneumatici invernali, nelle strade che ne prevedono l’obbligo.

Perché ve lo diciamo adesso? Perché la normativa prevede una tolleranza di un mese quindi, se volete evitare lunghe code dal gommista di fiducia, potete prendere fin da oggi l’appuntamento per fare il cambio gomme.

Ma siete proprio sicuri di sapere tutto sulle gomme invernali? Provate a rispondere a questo veloce quiz.

Le gomme invernali sostituiscono le catene da neve?

Da un punto di vista normativo sì. Nondimeno, se circolate su strade di montagna, è sempre bene avere le catene da neve nel bagagliaio: le gomme invernali sono, infatti, utilissime su fondo bagnato e scivoloso, ma se la strada è coperta de neve fresca e abbondante le catene garantiscono maggior sicurezza.

Come si riconoscono le gomme termiche?

Le gomme termiche hanno la marcatura M+S (Mud + Slow), accompagnata dal simbolo del fiocco di neve racchiuso nel profilo di una montagna con tre cime. Questi pneumatici invernali garantiscono un maggior grip su tutti i fondi – asciutto, bagnato, nevoso e ghiacciato – alle temperature inferiori ai 7° C.

Le gomme M+S sono equiparabili alle gomme termiche?

Da un punto di vista normativo sì. Sono le cosiddette gomme “quattro stagioni”, o per dirla bene, “all weather”: pneumatici che rappresentano un buon compromesso per poter circolare in qualsiasi periodo dell’anno. In quanto “gomme tuttofare” hanno ovviamente prestazioni limitate rispetto alle gomme termiche le cui caratteristiche sono decisamente più adatte per manti stradali tipicamente invernali.

Le gomme invernali vanno cambiate ogni due anni?

Si tratta di un luogo comune. Le gomme invernali, così come quelle estive, non hanno una scadenza fissa. Sono chiaramente soggette a usura, e una gomma deteriorata comporta una minor sicurezza stradale: ecco perché è fondamentale controllare lo stato di usura. In generale, controllate periodicamente gli indicatori di consumo posti nella scanalatura del battistrada e verificate che non vi siano crepe, tagli o anomalie della gomma. In tal caso optate sempre per una sostituzione.

E’ sufficiente montare solo due pneumatici invernali?

Anche se non è esplicitamente proibito dalla normativa, per viaggiare in sicurezza è opportuno cambiare tutto il treno gomme. Montare gli pneumatici invernali solo su un asse di trazione è rischioso perché l’auto tende a perdere aderenza con rischio di sovrasterzo o sottosterzo.

Avete passato il quiz? Non vi resta che prenotare dal vostro gommista di fiducia il cambio gomme!

 

Pagina 1 di 41234