Tutti i post con il tag: Manutenzione

Kit del buon meccanico

Kit del buon meccanicoSpesso in auto si può trovare di tutto: dagli oggetti indispensabili a quelli francamente inutili. Le vacanze si avvicinano, vale la pena di razionalizzare gli spazi del vostro veicolo: ecco l’utile check list del kit del buon meccanico, ovvero tutto ciò che è utile tenere in auto per evitare brutte sorprese.

Guanti

Partiamo dall’oggetto più semplice, ma non per questo meno importante. Tenente sempre in auto dei guanti da lavoro. Se dovete improvvisarvi meccanico, tanto vale entrare bene nel ruolo. Scherzi a parte: i guanti da lavoro sono un accessorio indispensabile nel caso in cui dobbiate cambiare una gomma o mettere le mani all’interno del vano motore.

Torcia portatile

Uno strumento economico e funzionale da avere in auto è senza dubbio una torcia portatile. Se non l’avete ancora acquistata, meglio le torce ricaricabili: eviterete il rischio che, in caso di non utilizzo, le batterie si ossidino.

Fusibili e lampadine

Avere in auto fusibili e lampadine di ricambio potrebbe rivelarsi molto utile. E’ vero che questo kit non fa parte della dotazione obbligatoria da avere in auto; nondimeno guidare con le lampadine dei fari bruciati può esporvi a rischi e multe. L’articolo 152 del Codice della Strada regola, infatti, gli obblighi di segnalazione visiva e illuminazione dei veicoli. In caso di mancato rispetto della normativa si rischia una sanzione fino a 169 euro.

Kit riparazione gomme

Innanzitutto accertatevi di avere in auto il cosiddetto ruotino di scorta. In tal caso ricordatevi di tenere in auto un cric e una chiave per bulloni.  Nel caso non lo abbiate in dotazione consigliamo, in caso di gomma bucata, il kit riparazione gomme, una bomboletta spray contenente aria e materiale sigillante. Il materiale sigillante vi permetterà di tappare il foro e l’aria contenuta nello spray riporterà in pressione la gomma. Questa soluzione è applicabile se il foro è piuttosto piccolo e non può essere considerata una riparazione definitiva. Sia che usiate il ruotino sia che usiate lo spray è necessario che vi rechiate successivamente dal gommista per procedere col cambio dello pneumatico.

Cavi d’avviamento

Può succedere in qualunque momento: avete lasciato i fari accesi? Vi siete attardati con l’auto spenta ad ascoltare la vostra stazione radio preferita? Il rischio di consumare la batteria della vostra auto è alto. Nel caso vi troviate nella spiacevole situazione di avere la batteria a terra è utile avere in auto i cavi d’avviamento.

In ogni caso, e per qualunque motivo vi dovesse capitare di fermarvi con l’auto in panne, ricordatevi sempre di:

  • indossare il giubbino catarifrangente omologato, così come previsto dalla normativa;
  • posizionare il triangolo di segnalazione omologato, a 50 metri di distanza dal veicolo fermo.

Infine, se non siete esperti di fai da te, e il ruolo del meccanico non fa per voi, chiamate i numeri di emergenza:

112: numero unico di emergenza europeo (NUE);

113: soccorso pubblico di emergenza;

115: vigili del Fuoco.

Manutenzione estiva dell’auto

manutenzione estivaOrmai ci siamo: le desiderate ferie estive sono alle porte. Avete deciso la meta, pensato a cosa mettere in valigia, verificato il budget a disposizione, scelto il mezzo di trasporto. Se avete deciso di partire in auto, una domanda è d’obbligo: avete pianificato la manutenzione estiva della vostra vettura?

La sicurezza sulle strade passa attraverso una costante e corretta manutenzione, tanto più quando si pianificano viaggi lunghi. L’estate è la stagione ideale per controllare lo stato della vostra vettura.

Quali verifiche eseguire? Vi proponiamo una lista dei controlli indispensabili per partire col bagagliaio carico, ma col cuor leggero.

Pneumatici

Controllare periodicamente l’usura delle vostre gomme è una buona prassi; diventa fondamentale in occasione di viaggi lunghi. Poiché gli pneumatici sono l’unico punto di contatto della vettura con il manto stradale, è necessario tenere sempre sotto controllo la pressione delle proprie gomme. Per conoscere il corretto livello di pressione fate riferimento al libretto del vostro veicolo. In alcuni casi questa informazione è presente sul montante della portiera del conducente. In caso di viaggi di lunga percorrenza, e con temperature atmosferiche alte, è consigliabile aumentare il livello di pressione di 0.3 bar, anche in considerazione del fatto che, partendo per le vacanze, il vostro bagagliaio sarà certamente più pesante.

Batteria

Per evitare di trovarvi con la batteria a terra proprio prima della partenza per le ferie, fate verificare lo stato di carica e usura dal vostro elettrauto. In media la durata di una batteria è di 5 anni; se la vostra batteria si avvicina a quest’età, valutate l’opportunità di cambiarla.

Impianto frenante

Prima di affrontare un viaggio lungo controllate il sistema frenante, in particolare verificate che le pastiglie non fischino e che i dischi non siano rigati.

Altri controlli

Non dimenticate di controllare: sospensioni, livello dell’olio e del liquido lavavetri, funzionamento degli indicatori visivi. Verificate che i filtri dell’aria siano puliti e igienizzati e che l’aria condizionata sia carica.

Un ultimo consiglio prima di partire, il più importante: guidate con prudenza e responsabilità, senza fretta. In fondo, come dice Terzani, il fine del viaggiare è il viaggiare stesso e non l’arrivare.

Buche nelle strade: RoadChecker le trova per voi!

I pericoli in strada sono dieBuche nelle strade RoadChecker le trova per voitro l’angolo: dagli automobilisti poco virtuosi alla giungla delle segnaletiche. E che dire delle condizioni delle carreggiate? Buche nelle strade, irregolarità del manto stradale sono all’ordine del giorno. Se siete stanchi di improvvisarvi slalomisti ecco un’App che fa per voi: RoadChecker, “l’acchiappabuche”.

Di cosa si tratta

RoadChecker è un’applicazione recentissima, attualmente in fase di test, che ha l’obiettivo di rilevare le buche stradali più pericolose e di creare una mappa accessibile e costantemente aggiornata di tutte le irregolarità del manto stradale, spesso causa di incidenti e danni alle vetture. Si tratta di un vero e proprio copilota al servizio della sicurezza dei conducenti e delle vetture.

Oltre a favorire una guida più sicura RoadChecker mira anche a creare una vera e propria “community del senso civico” che, grazie ai dispositivi tecnologici, possa aiutare a creare la mappatura delle buche più pericolose delle città italiane, contribuendo così al miglioramento dell’ambiente urbano.

Come funziona

Il suo funzionamento è semplice e immediato: l’App utilizza i dati rilevati dai sensori dello smartphone (accelerometro, Gps, sensore di gravità e giroscopio) per registrare e localizzare le irregolarità del manto stradale.

E’ sufficiente appoggiare lo smartphone sul cruscotto o su un dispositivo portatile: una volta attivata, RoadChecker rileva automaticamente le buche senza richiedere alcuna azione da parte dell’utente, permettendogli di guidare senza distrazioni e in sicurezza. Il suo software elabora, infatti, in tempo reale i dati registrati dai sensori del telefono creando una mappa delle buche stradali e garantendo un bassissimo margine di errore.

Questa mappa è al servizio degli utenti che potranno ricevere, una volta attivata l’App, una notifica sull’approssimarsi di una buca stradale in tempo utile per evitarla o, eventualmente, per ridurre la velocità in modo da non danneggiare gomme e cerchioni. Roadchecker lavora, inoltre, in forma anonima in quanto localizza la buca, ma non memorizza alcun dato sensibile dell’utente che rileva il dissesto stradale.

RoadChecker si scarica gratuitamente e, per ora, è disponibile solo per i device che usano Android.

Pagina 1 di 212