Tutti i post con il tag: gomme

Bentornate gomme estive

nuova vita a pneumaticiOrmai l’inverno è definitivamente alle porte: è giunta quindi l’ora di tornare alle gomme estive. Dal 15 aprile cesserà, infatti, l’obbligo di montare gomme invernali o catene. Questo significa che dovrete adattare l’auto alle mutate esigenze stagionali e provvedere, eventualmente, alla sostituzione degli pneumatici. Se la vostra auto monta le cosiddette “all season”, potete stare tranquilli: questi copertoni sono dotati di speciali caratteristiche che garantiscono buone prestazioni di guida sia con asfalto asciutto che in caso di pioggia o neve, quindi possono generalmente essere utilizzati tutto l’anno. Se viceversa avete ancora in uso le gomme invernali è giunto il momento di tornare alle gomme estive.

Il cambio gomme estivo è obbligatorio?

L’obbligo è funzionale al tipo di pneumatico che avete attualmente sulla vostra vettura. Via libera agli pneumatici all season, ma attenzione se avete le gomme che riportano la dicitura M+S (Mud+Snow). Si tratta, infatti, di copertoni ottimi per dare al veicolo aderenza su neve e fango, ma che potrebbero non essere adatti ad affrontare le condizioni stradali dovute al clima estivo.

In particolare il Codice della Strada ne limita l’utilizzo nel caso in cui gli pneumatici riportino un indice di velocità inferiore a quello previsto dalla carta di circolazione del veicolo. Se, quindi, si circola in estate con gomme invernali che riportano un codice di velocità non conforme, si rischia una sanzione amministrativa e l’obbligo di recarsi presso la Motorizzazione per verificare il ripristino delle caratteristiche corrette. La normativa fissa come termine ultimo il 15 maggio, per adattare l’auto alle mutate esigenze stagionali.

Il cambio gomme estivo è necessario?

A prescindere da ciò che impone il Codice, il cambio gomme è necessario per garantire le migliori prestazioni in termini di efficienza e di sicurezza.

Le caratteristiche del manto stradale estivo impongono l’utilizzo di pneumatici con una mescola dura che non si deteriori a contatto con l’asfalto incandescente. Ecco perché è necessario montare gomme estive, studiate per temperature sopra i 7 gradi e per resistere all’asfalto bollente. Utilizzare le gomme invernali in estate significa maggior usura, consistente riduzione delle prestazioni e maggior consumo di benzina.

 

La regola è la stessa del cambio armadio: ogni stagione ha il suo pneumatico!

Nuova vita agli pneumatici

nuova vita a pneumaticiVi siete mai domandati che fine facciano gli pneumatici fuori uso (PFU)? Nemici dell’ambiente se abbandonati in discariche o peggio lungo il ciglio stradale, possono diventare preziosi alleati green. Dare nuova vita agli pneumatici significa trasformare un rifiuto in risorsa e i risultati sono sorprendenti!

Ecco una carrellata dei possibili utilizzi delle vostre gomme fuori uso.

Traversine ferroviarie

Dopo aver macinato migliaia di chilometri sulla strada le vostre gomme possono trasformarsi in traversine ferroviarie. L’idea, tutta italiana, è della startup Greenrail: il progetto è quello di creare traversine ferroviarie ecosostenibili realizzate con la gomma riciclata degli pneumatici. Per ogni chilometro di linea ferroviaria creata con questa miscela di gomma e plastica si stima possano essere recuperare e riutilizzare 35 tonnellate di pneumatici fuori uso e 35 tonnellate di plastica. Il vantaggio non è solo ecologico: queste traversine risultano, infatti, più resistenti di quelle attuali fatte di calcestruzzo, il che si traduce in un minor costo di manutenzione e una maggior durata.

Asfalto

Dalla strada … alla strada: dopo aver percorso il manto stradale le vostre gomme possono trasformarsi in strada. Attraverso il processo di frantumazione si ottiene, infatti, una polvere granulare che, miscelata con altre componenti, può essere utilizzata per la produzione di asfalti modificati. Il risultato è sorprendente non solo in termini ambientali: le strade di plastica e gomma così realizzate si caratterizzano per una elevata aderenza in frenata e drenaggio in caso di pioggia, oltre a garantire un minor inquinamento acustico.

Ritorno alle origini

Polverini e granuli di gomma frantumati possono, inoltre, essere rivitalizzati attraverso il processo di de-vulcanizzazione e tornare così a essere riutilizzati per la mescola dei copertoni.

Design

Le gomme fuori uso, grazie al riciclo creativo, possono diventare oggetti, mobili e complementi d’arredo per ambienti di case e giardini. Un’accurata pulizia e una mano di colore può trasformare gli pneumatici in tavolini, pouf o divertenti giochi per bambini.

Mai come in questo caso vale l’assioma «Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma»!

Fine delle vacanze, guidare con prudenza anche al ritorno

La fine delle vacaFine delle vacanze guidare con prudenza anche al ritornonze sta per arrivare anche per chi è partito nella seconda metà di agosto. Se la ricerca delle acque più cristalline o delle cime montuose più spettacolari vi ha spinto molto lontano da casa ecco alcuni consigli utili per continuare a viaggiare sicuri e rendere meno “doloroso” il vostro rientro dalle vacanze:

Controllate l’impianto frenante

Un controllo generale della macchina vi permetterà di evitare spiacevoli contrattempi. Innanzitutto verificate che tutti i componenti dell’impianto frenante siano a posto: dall’usura delle pastiglie dei freni a quella dei dischi. Come? “Ascoltate” la vostra auto: rumori strani come fischi  e vibrazioni in frenata sono indicatori fondamentali che devono mettervi in guardia.

Attenzione anche al liquido frenante: le condizioni  atmosferiche (temperature elevate) e della strada (asfalto rovente) potrebbero infatti comportare un surriscaldamento del fluido dei freni e  compromettere l’efficienza di tutto l’impianto frenante. La strumentazione di bordo della vostra auto è in grado di segnalare eventuali anomalie tramite spie di controllo. È comunque buona norma, prima di intraprendere un viaggio particolarmente lungo, effettuare un controllo visivo: il serbatoio è nella maggior parte dei casi posizionato a vista nel cofano motore e realizzato in materiale trasparente con  due simboli che indicano il livello massimo e quello minimo del liquido. Se il livello è tra i due indicatori è tutto nella norma, diversamente potrebbe essere necessario un rabbocco.

Controllate lo stato degli pneumatici

Da verificare, inoltre, lo stato dei pneumatici: pressione ed usura delle gomme sono fattori imprescindibili per viaggiare in sicurezza e vanni quindi tenuti sempre sotto controllo. A tal fine vi suggeriamo di misurare la pressione delle gomme a freddo, prima di partire. Affinché la misurazione sia efficace, infatti, i vostri pneumatici non devono aver viaggiato da almeno 2 ore; se non avete il tempo di lasciarli raffreddare, aggiungete almeno 0,3 bar alla pressione consigliata.

La pressione giusta è quella raccomandata dalla casa automobilistica, tenete quindi a portata di mano il manuale d’uso del vostro veicolo o, in alternativa, consultate l’adesivo solitamente posizionato sul montante della portiera del conducente.

Un’ultima raccomandazione: attenzione alla distanza di sicurezza durante la guida!