Tutti i post con il tag: auto non assicurata

Cosa fare in caso di incidente con auto non assicurata

Cosa fare in caso di incidente con auto non assicurataIl Codice della Strada stabilisce che ogni automezzo circolante debba avere una copertura assicurativa per la responsabilità civile affinché, in caso d’ incidente con auto non assicurata, il danneggiato possa essere risarcito del danno subìto: secondo una statistica commissionata da ANIA 3, 9 milioni di veicoli, pari a circa il 9%, hanno circolato nel 2014 senza copertura assicurativa. Che cosa fare dunque in caso di incidente con un auto non assicurata?

Per garantire che il danneggiato sia messo nelle condizioni di ottenere il giusto risarcimento è stato instituito il Fondo di Garanzia per le vittime della strada.

Questo Fondo è stato creato in attuazione della Convenzione di Strasburgo del 1959 e regolato dal Nuovo Codice delle Assicurazioni Private (D. Lgs. 209/2005) con lo scopo di garantire il risarcimento a tutte le vittime coinvolte in un incidente con un mezzo non assicurato oppure un mezzo che non viene identificato. Non solo: il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada interviene anche nel caso in cui una compagnia assicurativa venga posta in “liquidazione coatta” (per i non addetti ai lavori posta in fallimento), al fine di tutelare gli assicurati. Nello specifico, il Fondo copre i danni causati da:

  • Veicoli non identificati: per i soli danni alle persone;
  • Veicoli non assicurati: per danni alle persone e alle cose (limitatamente alle cose è prevista una franchigia di 500 €);
  • Veicoli assicurati con imprese poste in liquidazione coatta;
  • Veicoli messi in circolazione contro la volontà del proprietario (esempio: furto).

Fino al massimale minimo previsto per legge. Nel caso in cui i danni siano superiori, il danneggiato dovrà eventualmente intentare causa a chi ha provocato l’incidente per ottenere il rimanente.

Che cosa fare in caso di incidente con un veicolo non assicurato?

Innanzitutto occorre verificare se il veicolo sia effettivamente assicurato. Come scoprirlo?: un valido aiuto è il Portale dell’Automobilista, che in brevissimo tempo verifica se la targa inserita appartenga a un veicolo coperto da assicurazione. Nel caso in cui non lo fosse, ovvero nel caso in cui non si riuscisse a identificare il veicolo, sarà necessario attivare la procedura di richiesta risarcimento.

Il Fondo, infatti, si attiva su richiesta del danneggiato e prevede l’invio di una richiesta di risarcimento alla Compagnia Assicuratrice designata (l’elenco delle Compagnie lo trovate sul sito della Consap) che gestisce la procedura all’interno della regione nella quale è avvenuto il sinistro. Una copia della richiesta dovrà inoltre essere inviata alla Consap, nella sua qualità di gestore del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

La richiesta dovrà essere corredata da tutte le informazioni necessarie affinché il fondo possa gestire il sinistro. In particolare:

  • Luogo e ora dell’incidente;
  • Dinamica del sinistro;
  • Dati del richiedente, del conducente e del proprietario del veicolo;
  • Dati identificativi dei veicoli coinvolti (targa, marca, modello);
  • Specifica della richiesta: esempio veicolo danneggiante non identificato, piuttosto che non assicurato;
  • Entità del danno, con relativi documenti correlati (perizia medico legale in caso di danni alla persona, eventuali fatture o preventivi in caso di danni a cose).

Ogni caso fa storia a sé, ma se doveste mai trovarvi nella spiacevole situazione di avere un incidente con un veicolo non assicurato, e ovviamente ne avete la possibilità, è fondamentale avere una base testimoniale, meglio ancora un verbale redatto dagli organi dello Stato che attesti lo svolgimento dei fatti.

Ricordiamo che chi circola senza assicurazione RC Auto, oltre a mettere a repentaglio la sicurezza degli altri, rischia grosso: si va dal sequestro del veicolo alla confisca entro i 6 mesi se non si dimostra il pagamento dell’assicurazione e della sanzione amministrativa.

Controparte non assicurata, come scoprirlo dopo un incidente?

Controparte non assicurata, come scoprirlo dopo un incidente

Questa nuova era della dematerializzazione porta con sé molti vantaggi, ma anche qualche domanda legittima da parte degli automobilisti: “in caso di incidente come posso sapere se la controparte è assicurata”? In particolare “come posso sapere se l’auto è assicurata se la controparte non è disposta a fornirmi i propri dati”?

Fino al 18 ottobre era possibile verificare la copertura assicurativa sul contrassegno cartaceo esposto sul parabrezza. Il vecchio tagliando riportava, infatti, oltre ai dati dell’automobile, la data di scadenza della polizza. Oggi, con la dematerializzazione del contrassegno, il vecchio tagliandino non esiste più. I dati assicurativi sono tuttora presenti sul certificato di assicurazione, documento obbligatorio da tenere nel veicolo, ma non sono immediatamente visibili sull’auto.

Quindi come fare per verificare che la controparte sia assicurata? Nessun problema: c’è Il Portale dell’Automobilista.

Di cosa si tratta

Il Portale dell’Automobilista, promosso e ideato dal Ministero dei Trasporti, mette a disposizione una serie di informazioni utili all’automobilista per gestire pratiche e recuperare dati direttamente via web, senza necessità di dover consultare documenti cartacei. Si va dalla possibilità di scaricare i moduli da utilizzare per le pratiche automobilistiche alla possibilità di verificare il saldo punti patente.

Ma soprattutto, con l’avvento della dematerializzazione, il Portale dell’Automobilista diventa un importante supporto per verificare se un veicolo sia coperto o meno da assicurazione RCA. È stata infatti predisposta una sezione specifica “Verifica copertura RCA” in cui, digitando il numero di targa, è possibile verificare se il veicolo sia o meno in regola con gli obblighi assicurativi. Le informazioni sono aggiornate costantemente dalle compagnie assicurative attraverso il database di Ania o direttamente. Si possono trovare tutte le targhe di autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori immatricolati in Italia.

Questa sezione del Portale è di rapida consultazione: non è infatti necessario registrarsi al sito, come per altri servizi. Per verificare la copertura assicurativa è sufficiente selezionare la voce “servizi on line – verifica copertura assicurativa”, selezionare la tipologia di veicolo e inserire la targa della controparte. Il sito, in tempo reale, vi fornirà l’informazione.

Non vi rimane che fare una prova con la vostra targa!