Tutti i post con il tag: Airbag

Airbag un prezioso alleato per la sicurezza in auto

Sairbag un prezioso alleato per la nostra sicurezza in autoe si parla di guida sicura, un posto d’onore spetta all’airbag. Fedele compagno di viaggio si rivela un prezioso alleato della nostra sicurezza in auto in caso di urti violenti. Inventato nel 1952 negli Stati Uniti, l’airbag (detto anche cuscino salvavita) ha subìto negli anni diverse modifiche volte a migliorarne le prestazioni in termini di sicurezza. Vediamo insieme come funziona e quali caratteristiche ha.

Cos’è?
L’airbag può esser definito come una sorta di cuscino gonfiabile, di materiale sintetico, posizionato all’interno del volante, del cruscotto lato passeggero e, a seconda del modello delle auto, lateralmente al passeggero. Si tratta di un sistema di sicurezza “passivo” poiché ha la funzione di alleviare l’impatto del passeggero contro gli elementi interni della vettura, in particolare l’urto della testa contro il volante e il cruscotto.

 

Come funziona?
In caso di urto con forte impatto, come per esempio durante un incidente stradale, all’interno dell’airbag avviene una vera e propria microesplosione che attiva l’aria compressa permettendo al “cuscino“ di gonfiarsi in pochi millisecondi. Il pallone che si ottiene permette di attutire gli impatti della testa e delle altre parti del corpo contro gli elementi interni dell’abitacolo, riducendo i rischi di trauma. Affinché l’airbag possa essere efficace, è fondamentale che siano indossate le cinture di sicurezza, perché queste ultime consentono al corpo di mantenere una posizione ancorata al sedile, ottimizzando quindi l’effetto protettivo del cuscino salvavita. L’utilizzo di airbag e cinture consente di ridurre fino al 75% i danni fisici causati da urto violento. Anche i poggiatesta hanno un ruolo fondamentale per la sicurezza: è importante che siano sufficientemente morbidi e ben posizionati in modo da attutire la spinta che la testa riceve una volta gonfiatosi l’airbag.

Com’è fatto?
L’airbag è costituito da:

  • un sensore che ha la funzione di rilevare la brusca decelerazione dovuta a un impatto;
  • una centralina che, ricevuto il segnale del sensore, lo elabora e invia il comando di accensione al detonatore;
  • un detonatore che accende le sostanze contenute nella capsula esplosiva;
  • una capsula esplosiva che sviluppa il gas necessario per gonfiare il cuscino salvavita;
  • il cuscino, l’airbag vero e proprio,  costituito da materiale sintetico robusto che attutisce i colpi.

Consigli utili
Ecco, dunque, alcuni preziosi consigli per garantire la massima efficienza dei vostri airbag:

  • ricordatevi di disinserire airbag, in caso trasportiate bambini con seggiolino auto, dei modelli del gruppo 0 e 0 ovetto, posti nel sedile passeggero anteriore,
  • guidate comodi e in sicurezza: posizionate la mani sulle razze del volante alle 10:10 e mantenete la corretta distanza dai pedali;
  • non ostruite lo spazio di sfogo dell’airbag con corpi estranei;
  • se siete passeggeri non appoggiare i piedi al cruscotto.

E ultimo, ma non per importanza, ricordatevi sempre di allacciare le cinture di sicurezza.

Check-up dell’auto prima di partire: le 7 cose da non dimenticare

Check-up dell’auto prima di partire_le 7 cose da non dimenticareLe valigie sono nel bagagliaio, il cane è ospite dai nonni, avete chiuso il gas a casa e avete anche preso i giochi per distrarre i bimbi durante il viaggio. Questa scena sarà realtà per molti di voi fra qualche settimana, quindi vogliamo consigliarvi 7 cose da non dimenticare per assicurarvi di viaggiare in totale sicurezza. Ecco tutti i passaggi più importanti del check-up dell’auto prima di partire: li avete fatti tutti?

Freni tutto ok?

Pastiglie, dischi, impianti ABS ed ESP, liquidi e freno di stazionamento non possono non rientrare nel vostro controllo: inutile sottolineare quanto sia importante la tenuta dei freni per poter affrontare un viaggio in tutta sicurezza.

Pneumatici: pressione e battistrada

Tenuta, stabilità su strada e aderenza all’asfalto sono fattori fondamentali nella strada che vi porta ad organizzare un viaggio sicuro con la vostra auto. In una parola controllate gli pneumatici, pressione e usura in primis.

Rabboccate i liquidi

Il vostro check-up dell’auto prima di partire non sarà completo senza l’esame dei liquidi della vostra vettura. Olio motore, liquido di raffreddamento, dei freni, della frizione, dello sterzo, della batteria e del lavavetri: verificate che tutto sia al giusto livello.

Airbag, occhio ai bimbi

Non dimenticate poi di controllare l’airbag. Per la vostra sicurezza e quella dei vostri passeggeri è molto importante esser certi che funzionino correttamente. Prestate attenzione in particolare a disattivare quelli in prossimità dei seggiolini per i bambini (ecco anche un rapido promemoria su come montare i seggiolini per evitare le multe), per non creare potenziali rischi.

Nuove spazzole per il tergicristallo

I vetri della vostra auto devono essere puliti per consentirvi di vedere al meglio la strada. Se rimandate da tempo la sostituzione delle spazzole tergicristallo è venuto il momento di agire: controllate anche l’impianto di anti-appannamento e il circuito lavavetri.

Non dimenticate gli accessori del cellulare

Portate con voi il vostro smartphone e anche un caricabatterie portatile: in qualsiasi momento potreste aver bisogno di chiamare il soccorso e non dovete farvi trovare impreparati. A proposito, tenete i numeri di emergenza sempre a portata di mano.

Airbag da moto: tipologie e funzionamento, ne vale la pena?

Airbag da moto tipologie e funzionamentoL’approdo sul mercato degli airbag da moto è stata una delle novità più dibattute degli ultimi anni. La battaglia si gioca tra chi è convinto che si tratti di rivoluzionari strumenti di protezione e chi all’opposto ritiene comunque più affidabili gli equipaggiamenti standard. Cerchiamo di capirne di più.

Airbag da moto: cosa sono, come funzionano e quanto costano

Si tratta di speciali gilet e giubbotti che al loro interno presentano un dispositivo in grado di attivarsi in caso di urti o impatti. Al verificarsi di quest’ultimi, il meccanismo portante fa sì che fuoriesca una sorta di airbag capace di attutire l’impatto e di attenuare eventuali danni fisici per il guidatore. Esistono fondamentalmente due tipi di airbag da moto: quelli a funzionamento meccanico e quelli a funzionamento elettronico.

La versione meccanica è in grado di misurare la distanza tra moto e motociclista grazie alla presenza di un cavo: in caso di impatto il cavo si strappa di colpo, attivando l’airbag in tempo reale. Più complessa la seconda tipologia, quella elettronica, che sfrutta una coordinazione fra due centraline (una installata sulla moto ed una sulla giacca del guidatore) e una coppia di accelerometri. Quando si verifica l’urto, tutti questi strumenti inviano un segnale alla centralina collocata sulla giacca del motociclista che in automatico fa scattare l’airbag. I prezzi di questi strumenti variano di parecchio, si va dai 70-80 euro sino a 450-500 euro.

È opportuno affidarsi agli airbag da moto?

Una domanda che vi sarete sicuramente fatti in tanti leggendo le prime righe, soprattutto se vi accingete a fare un viaggio in moto (a proposito, avete già visto l’itinerario in Toscana che vi consigliamo?). Un tentativo di risposta l’ha fornita la nota associazione dei consumatori Altroconsumo, che ha testato i diversi giubbotti sulla base della velocità di attivazione e dell’ampiezza delle zone del corpo protette. Alcuni tutelano solo il collo, altri possono offrire un sostegno più affidabile alla colonna vertebrale, ma è importantissimo sapere che l’omologazione ufficiale europea è arrivata solo di recente e solo per i modelli ad attivazione meccanica.

Se avete quindi dei dubbi, meglio non rischiare: ricorrete alle protezioni standard per i motociclisti, tra cui quelle rigide per schiena, ginocchia e gomiti e, meglio ancora, le tute complete.