Tutti i post nella categoria: Storie

Direct Line suona con Radio Italia

Direct Line suona con Radio ItaliaVi piacerebbe visitare gli studi di Radio Italia, assistere a una diretta radio, con uno degli artisti italiani più cool del momento, cantare ed emozionarvi sulle note delle vostre melodie del cuore? Con Direct Line potrete realizzare questo sogno.

Partecipate al concorso Assicurati un RadioItaliaLive con Direct Line e potreste vincere una Vip Experience RadioItaliaLive.

In cosa consiste

Dal 20 febbraio al 20 maggio 2017 Direct Line – in collaborazione con Radio Italia – mette in palio la possibilità di assistere in diretta a una trasmissione di Radio Italia, con tour esclusivo degli studi di registrazione e l’accredito per assistere a uno dei RadioItaliaLive della stagione 2017, presso l’Auditorium della prestigiosa radio. E non è tutto: avrete la possibilità di condividere questa esperienza emozionante con un’altra persona, a vostra scelta.

E se abitate lontano dagli studi? Nessun problema: potrete usufruire di un rimborso spese, così come previsto dal regolamento del concorso “Assicurati un RadioItaliaLive con Direct Line!” valido fino al 20/05/2017.

Come fare?

Partecipare al concorso Assicurati un RadioItaliaLive con Direct Line è semplicissimo: basta iscriversi alla community di Radio Italia e accedere alla pagina concorsi. Tutti potranno tentare la fortuna e aggiudicarsi la possibilità di vivere un’esperienza Vip presso gli studi di Radio Italia, oltre a vincere l’esclusiva Gift Box di Direct Line e Radio Italia.

Una volta effettuato il login alla pagina dedicata non dovrete far altro che compilare solo i campi della targa del vostro veicolo e della data di decorrenza della polizza, e il gioco è fatto: cliccando su uno dei tre bottoni in fondo pagina potrete scoprire immediatamente se avete vinto la Vip Experience RadioItaliaLive.

Non è necessario essere clienti Direct Line: tutti possono tentare la fortuna e assicurarsi un carico di musica ed energia!

Cosa state aspettando? Andate sul sito www.radioitalia.it e tentate la fortuna…con Direct Line, l’assicurazione è tutta un’altra musica!

 

Concorso “Assicurati un RadioItaliaLive con Direct Line!” valido fino al 20/05/2017 – Montepremi: € 4.200 + IVA ove dovuta

Stranezze del Codice della Strada

stranezze-del-codice-della-stradaSiete certi di conoscere per filo e per segno il Codice della Strada? Siamo pronti a scommettere che alcune norme, magari le più bizzarre, vi sfuggono. Vi proponiamo, quindi, un divertente quiz per mettere alla prova la vostra conoscenza sulle stranezze del Codice della Strada. Leggere per credere:

  • Sanzione per finestrino aperto durante la sosta

Vero. Qualora doveste dimenticare o lasciare il finestrino aperto durante la sosta rischiate una sanzione da 41 euro a 168 euro. Perché? La domanda è legittima e la spiegazione lo è altrettanto: “Durante la sosta e la fermata del veicolo il conducente deve adottare le opportune cautele atte a evitare incidenti e impedire l’uso del veicolo senza il suo consenso” (articolo 158 comma 4). In sostanza: lasciare il finestrino abbassato potrebbe favorire il furto del veicolo.

  • Vietato guidare in ciabatte

Falso. Sebbene molti pensino il contrario, non è vietato guidare con infradito, ciabatte e, in generale con calzature aperte. Tale divieto è stato definitivamente cancellato nel 1993. Rimane valida, ovviamente, la regola del buon senso: utilizzare calzature comode alla guida è indispensabile per garantire un’efficace azione di guida e, quindi, di sicurezza stradale.

  • Sanzione per auto sporca

Falso. In Italia non siamo così fiscali, ma attenzione se viaggiate all’estero. Per la serie “paese che vai usanze che trovi” se doveste circolare in Russia con la carrozzeria particolarmente sporca, rischiereste una multa fino a 2.000 rubli.

  • Vietato sporcare la strada

 Vero. Innanzitutto per un atto di civiltà, ma anche perché quest’ atteggiamento è sanzionabile con multe fino a 99 euro. Gettare rifiuti dal finestrino rappresenta una cattiva abitudine per molti italiani: si buttano principalmente mozziconi, fazzoletti, cartacce, avanzi di cibo. Oltre al poco rispetto per la strada, quest’ atteggiamento può rilevarsi pericoloso per chi viaggia dietro il “maleducato”, perché l’oggetto gettato potrebbe diminuire la visibilità.

A volte, però, si rischia di sporcare la strada senza volontarietà. Pensate alla vostra auto che, dopo aver percorso uno sterrato, accumula sulle gomme fango e detriti; anche in questo caso fate attenzione perché il Codice della Strada parla chiaro: è vietato “apportare o spargere fango o detriti anche a mezzo delle ruote dei veicoli provenienti da accessi e diramazioni” (articolo 15).

  •  Sanzione per interruzione di cortei

 Vero. Siete di fretta e avete davanti a voi una colonna di scolari in gita o la banda degli alpini? Bene, armatevi di pazienza e non “rompete le file” perché potreste rischiare una sanzione fino a 168 euro. L’articolo 163 fa, infatti, divieto di “interrompere colonne di truppe o di scolari, cortei e processioni”: 

  • Vietato guidare con il braccio fuori dal finestrino

 Vero. Il Codice della Strada non fa specifico riferimento a questo comportamento, ma pone l’attenzione in termini più generici. Nell’articolo 141 si esplicita, infatti, che “il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo”.

In virtù di tale norma potreste essere multati, anche se vi grattate le orecchie o mangiate un panino. Vi sembra assurdo? Provate a chiederlo al conducente di Genova che quest’estate stava guidando col gomito poggiato fuori dal finestrino. Al malcapitato è stata contestata appunto la violazione del Codice della Strada. Risultato? 85 euro di multa e 1 punto meno sulla patente!

Musica troppo alta in auto? Scatta la sanzione

Le giornate estive hanmusica alta in autono il sapore di libertà e quando le ferie sono ancora lontane che si fa? Si alza la radio a tutto volume e anche il semplice tragitto per andare al lavoro ha tutto un altro sapore, ma attenzione: se tenete la  musica troppo alta in auto scatta la sanzione.

Codice della Strada

Il Codice della Strada parla chiaro: nell’usare apparecchi radiofonici o di riproduzione sonora a bordo dei veicoli non si devono superare i limiti sonori massimi di accettabilità, fissati dal regolamento di attuazione del codice stesso.

Il regolamento stabilisce, come limite “invalicabile”, la soglia di 60 L/Aeg dB misurato a 10 cm dall’orecchio del guidatore con il microfono rivolto verso la sorgente e con il veicolo a portiere e finestrini chiusi.

La domanda sorge spontanea: come si può stabilire un valore così tecnico? Effettivamente la valutazione si basa su parametri non puramente oggettivi e quantificabili. In generale, le forze dell’ordine hanno un’esperienza tale da valutare se, e quando, il livello sonoro all’interno dell’abitacolo è tale da compromettere una guida sicura.

Quello che è certo è che, in caso di musica troppo alta in auto, scatta la sanzione amministrativa che può arrivare fino a 168 euro. La stessa sanzione si applica anche a chi utilizza in modo inappropriato i sistemi di allarme acustico della propria vettura, in violazione delle norme sulla limitazione dei rumori non necessari e responsabili dell’inquinamento acustico.

Perché?

I motivi per cui è pericoloso guidare con la musica troppo alta sono da ricercarsi principalmente nella sicurezza stradale.

La norma stabilisce dei limiti sonori massimi per garantire al conducente la possibilità di sentire distintamente i rumori esterni all’abitacolo della sua vettura: dal semplice clacson alle sirene di allarme di vigili del fuoco o forze dell’ordine.

Pensate alle pesanti conseguenze di non sentire la sirena d’allarme di un’ambulanza!

Quindi, citando Vasco “mi rendo conto che il tempo vola e che la vita poi è una sola”: manca poco per le sospirate vacanze, abbassate il volume della vostra autoradio per garantire la sicurezza stradale di tutti.

 

 

Pagina 1 di 1012345...10...Ultima »