L’omicidio stradale diventa legge

Omicio stradaleL’omicidio stradale diventa legge. Dopo mesi di dibattiti parlamentari, e un iter complicatissimo fatto di ben cinque letture tra Palazzo Madama e Montecitorio, l’omicidio stradale è diventato legge e d’ora in avanti sarà considerato un reato punibile con condanne severe.

Quali sono le novità?

La nuova legge prevede infatti l’introduzione di due nuovi reati: omicidio stradale e lesioni personali stradali. Per entrambi i reati sono previste pene graduali. Nello specifico:

  • Omicidio stradale:

dai 2 ai 7 anni di reclusione nel caso in cui il conducente cagioni la morte della vittima in violazione del Codice della Strada, così come già previsto dalla precedente legge;

dai 5 ai 10 anni di reclusione nel caso in cui il conducente cagioni la morte della vittima e sia in stato di ebbrezza (tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l), ovvero abbia causato la morte per comportamenti pericolosi (eccesso di velocità, guida in contromano, sorpassi e inversioni a rischio, ecc.);

dagli 8 ai 12 anni di reclusione nel caso in cui il conducente cagioni la morte della vittima e sia in stato di ebbrezza grave (tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l), ovvero sotto effetto di sostanze stupefacenti;

Fino a 18 anni di reclusione nel caso in cui il conducente sia colpevole di omicidio stradale multiplo.

  •  Lesioni personali stradali:         

dai 6 mesi ai 3 anni di reclusione nel caso in cui il conducente  provochi lesioni gravi alla vittima e abbia un tasso alcolemico fino a 0,8 g/l, ovvero metta in atto comportamenti e manovre pericolose;

dai 2 ai 4 anni di reclusione nel caso in cui il conducente  provochi lesioni gravissime alla vittima e abbia un tasso alcolemico fino a 0,8 g/l, ovvero metta in atto comportamenti e manovre pericolose;

dai 3 ai 5 anni di reclusione nel caso in cui il conducente, in stato di ebbrezza grave o sotto effetto di stupefacenti, provochi alla vittima lesioni gravi;

dai 4 ai 7 anni di reclusione nel caso in cui il conducente, in stato di ebbrezza grave o sotto effetti di stupefacenti, provochi alla vittima lesioni gravissime.

In tutti i casi di condanna o di patteggiamento per omicidio o lesioni stradali la patente di guida sarà revocata automaticamente (fino a 15 anni in caso di omicidio e fino a 5 anni in caso di lesioni).

Ancor più stringente la morsa per i pirati della strada: fino a 20 anni di carcere e arresto in flagranza di reato. Per chi fugge dopo l’omicidio stradale, è prevista anche una revoca della patente per 30 anni.

Un passo importante verso strade più sicure!