Giro di vite per l’utilizzo del cellulare durante la guida

Utilizzo del cellulare durante la guidaL’iter per il nuovo Codice della Strada è ancora in corso, ma il governo vuole anticipare i tempi con un giro di vite per contrastare l’annoso problema dell’utilizzo del cellulare durante la guida.

Sempre più spesso capita di vedere alla guida persone che chattano, telefonano senza auricolari, giocano. Queste distrazioni sono la causa di incidenti, purtroppo anche gravi. La situazione è talmente critica che il direttore della polizia stradale Giuseppe Bisogno, in un’intervista alla Stampa, ha parlato di “vera e propria emergenza”, con particolare riferimento alla nuova generazione di guidatori che, abituati a utilizzare lo smartphone fin dalla giovane età, continua a farlo anche al volante.

Novità

Al fine di limitare l’utilizzo del cellulare durante la guida, il governo potrebbe varare, già entro maggio, un decreto legge. Attualmente la normativa punisce chi utilizza il telefono mentre guida con un’ammenda fino a 646 euro (che viene ridotta a 112 euro se si paga entro cinque giorni) e con la decurtazione di cinque punti della patente. Il ritiro della stessa scatta solo se il comportamento illegale viene reiterato nel tempo.

Le sanzioni previste dal nuovo Codice della Strada, che potrebbero essere anticipate da un decreto legge, prevedono condizioni decisamente più restrittive. Nel dettaglio:

  • ritiro immediato della patente;
  • sospensione della patente da un minimo di 15 giorni a un massimo di 2 mesi;
  • sequestro amministrativo dello smartphone in caso di incidente causato dalla distrazione alla guida;
  • inasprimento delle multe.

Se pensate che la procedura sia troppo severa, ecco alcuni dati che potrebbero farvi cambiare idea:

  • secondo i dati della polizia stradale e dell’Ania, la percentuale di incidenti provocati dall’uso di smartphone alla guida supera il 20% ed è in costante aumento;
  • il rapporto Dekra sulla sicurezza stradale registra che circa il 75% degli automobilisti italiani utilizza abitualmente il cellulare mentre è alla guida del proprio veicolo. Praticamente 3 automobilisti su 4.