Donne al volante non più pericolo costante

Donne al volanteE’ ora di sfatare un falso mito: le donne al volante non sono più un pericolo. Non lo diciamo noi; lo rivelano i numeri ufficiali pubblicati nei mesi scorsi dal Ministero dei Trasporti, relativamente alla perdita dei punti patente.

Dall’indagine emergono alcuni dati interessanti e su cui è utile fare una riflessione.

Punti patente

In 14 anni di patente a punti sono più di 20.000 gli automobilisti in Italia che hanno male amministrato il loro portafoglio punti patente e sono stati costretti ad affrontare nuovi esami. Di questi circa 4.000 in Lombardia, circa 2.200 in Campania e poco meno di 1.800 in Piemonte.

Il Codice della Strada prevede decurtazioni di punti differenti a seconda dell’entità dell’infrazione, fino ad arrivare a togliere ben 10 punti in casi di particolare gravità, come eccesso di velocità superiore ai 60 km/h, retromarcia in autostrada, utilizzo improprio della corsia d’emergenza. Ci sono poi casi di più lieve entità che però, se reiterati nel tempo, possono azzerare il portafoglio punti e questo vale, in particolar modo, per le distrazioni alla guida, di cui molti di noi sono vittime e carnefici.

Le donne al volante sono più virtuose

Ma i numeri ci dicono altro: le donne sono più virtuose nell’amministrazione dei punti patente. Secondo un’analisi condotta da Facile.it, sulla base dei dati del Ministero dei trasporti, emerge che solo lo 0,01% delle donne hanno 0 punti sulla patente contro una media maschile decisamente più alta (0,08%). La conferma sulla virtuosità del gentil sesso arriva anche se guardiamo i dati da un altro punto di vista: il 57.8% delle donne ha raggiunto il massimo credito di punti disponibile sulla patente, mentre gli uomini sono solo il 47.9%.

Questo trend è confermato inoltre dalla ricerca “donne e auto aziendali” condotta dal Corporate Vehicle Observatory di Arval in collaborazione con Econometrica. Da questa indagine emerge che il tasso di sinistrosità delle donne che utilizzano auto aziendali risulta inferiore rispetto a quello degli uomini.

Lungi da noi istigare una “battaglia sui sessi” ci sembrava corretto evidenziare un trend in controtendenza rispetto all’antico adagio “donne al volante, pericolo costante”.

Uomo avvisato…..