Dematerializzazione del tagliando Rca, buone nuove per gli italiani

Il viaggio verso l’era 2.0 dell’assicurazione sta conducendo gli automobilisti verso il mondo della digitalizzazione. Ma i consumatori sono pronti?

Gli utenti, in generale, hanno accolto positivamente le novità normative: per i 37 milioni di automobilisti italiani la dematerializzazione del contrassegno Rca significa, da un lato, non esporre più il tagliando sul parabrezza, dall’altro, avere la consapevolezza che sarà quasi impossibile circolare senza assicurazione, grazie ai controlli elettronici.

Secondo una ricerca effettuata da Direct Line, gli utenti sono soddisfatti della svolta all’insegna della modernità e digitalizzazione del mondo assicurativo, uno dei settori considerati da sempre tra i più tradizionalisti. Tuttavia emergono alcuni dubbi.

Gli interrogativi emersi sono di diversa natura: si va dal dubbio che i controlli elettronici tramite i dispositivi dotati di Targa System (autovelox, tutor, telecamere ZTL, Telepass) possano essere effettivamente validi alleati per sconfiggere la piaga sociale delle auto non assicurate, a questioni più pratiche legate al reperimento delle informazioni che fino al 18 ottobre avrebbero trovato sul contrassegno, in particolare il numero del contratto, la data di decorrenza e scadenza dell’assicurazione.

A tal fine Direct Line ha lanciato, in concomitanza con la dematerializzazione del contrassegno, la MyCard una vera e propria carta d’identità della polizza per avere sempre a portata di mano i dati assicurativi e i numeri utili da contattare in caso di necessità.

La MyCard può essere salvata su smartphone e tablet, può essere consultata on line accedendo alla pagina personale del cliente sul sito Direct Line oppure, per i nostalgici del cartaceo, può essere stampata, ritagliata e conservata nel portafoglio o nel cassettino dell’auto.