Aria condizionata in auto: istruzioni per l’uso

Laria condizionataa bella stagione è ormai inoltrata e le temperature sono in costante aumento: come affrontare le lunghe ore di auto con questo caldo? Naturalmente con l’aria condizionata, da usare però con moderazione e con attenzione. Ecco perché.

La salute

L’aria condizionata è spesso utilizzata in maniera inversamente proporzionale al caldo percepito: più fa caldo fuori, più si diminuisce la temperatura all’interno dell’abitacolo. Questa cattiva abitudine espone i passeggeri a rischi per la propria salute. L’istantaneo beneficio potrebbe trasformarsi in un danno: gli sbalzi di temperatura sono, infatti, deleteri per il nostro organismo e possono comportare una serie di conseguenze sulla salute, dal semplice mal di gola a patologie intestinali.

Alcuni semplici accorgimenti vi aiuteranno a tutelare la vostra salute e le vostre vacanze:

  • tenete la temperatura interna dell’abitacolo inferiore rispetto a quella esterna al massimo di sei gradi;
  • posizionate i bocchettoni in modo tale che il getto dell’aria condizionata non sia diretto;
  • portate gradualmente la temperatura interna dell’auto vicina a quella esterna, in prossimità dell’arrivo.

Il Codice della Strada

C’è un motivo in più per utilizzare con buon senso l’aria condizionata: il Codice della Strada. Forse non tutti sanno che esiste una normativa che disciplina l’utilizzo dell’aria condizionata all’interno della propria auto. L’articolo 157 comma 7-bis recita, infatti, che è fatto divieto tenere il motore acceso, durante la sosta del veicolo, allo scopo di mantenere in funzione l’impianto di condizionamento d’aria.  La violazione di tale norma comporta una sanzione amministrativa fino a 400 €. La sanzione si applica, per par condicio, anche in inverno per quanto riguarda la modalità aria calda del climatizzatore. Il motivo è principalmente ecologico: la normativa ha il fine di tutelare l’ambiente dalle emissioni dei gas di scarico delle autovetture.

Per quanto possa essere fastidioso il caldo in auto, pensiamo all’ambiente: se siamo in sosta, approfittiamone per scendere e sgranchirci le gambe.