Tutti i post nella categoria: News

Assistenza stradale: mai più senza

DL_Post_Facebook_Blog_SitoVi è mai capitato di rimanere in panne con la vostra auto? I motivi possono essere dei più disparati: un guasto al motore, una gomma bucata, la riserva della benzina completamente asciutta. Tant’è: siete bloccati in strada con la vostra auto, in una situazione potenzialmente pericolosa e avete urgentemente bisogno di un carro attrezzi, che metta in sicurezza il vostro veicolo e voi stessi.

Nessuno può essere immune al fato, per questo è necessario prevenire prima che curare. Come? Un valido rimedio è acquistare la copertura assicurativa assistenza stradale.

Di cosa si tratta

L’assistenza stradale è una garanzia accessoria che può essere acquistata con la polizza assicurativa e permette di ricevere assistenza in caso di guasto del veicolo, ma anche di incidente stradale. Il premio di questa garanzia è assolutamente conveniente, soprattutto se pensate che mediamente l’intervento di un carro attrezzi ha un costo superiore ai 100 euro (che varia a seconda della fascia oraria, del tipo di strada, del peso del mezzo da trasportare).

La copertura assistenza stradale ha dei costi decisamente più contenuti e offre una serie di servizi utili. Direct Line per esempio, offre due possibilità:

  • pacchetto Base che include 3 interventi di assistenza e i costi per il recupero del veicolo, 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno;
  • pacchetto Deluxe che, oltre ai servizi previsti per il pacchetto base, prevede l’invio dei pezzi di ricambio, il rientro dei passeggeri e, in determinate condizioni, l’auto sostitutiva.

Cosa fare in caso di auto in panne

Avere una tutela assicurativa è importante, ancor più è sapere come comportarsi in caso di guasto del vostro veicolo durante la circolazione. La cosa fondamentale è mantenere la calma: una mente lucida è di gran lunga più efficiente di una mente spaventata.

Se state circolando su una strada con corsia di emergenza, cercate di raggiungerla, diversamente accostate nel luogo che ritenete più sicuro per la vostra incolumità. Al fine di non arrecare rischio a voi stessi e agli altri utenti della strada è necessario che vi rendiate visibili, quindi attivate subito le quattro frecce.

Per lo stesso motivo, prima di scendere dal veicolo, dovete indossare il giubbino catarifrangente omologato, obbligatorio nelle strade extraurbane, nelle autostrade e nelle ore notturne. Se dovete scendere dal veicolo utilizzate la portiera posta sulla destra, in modo da rimanere più lontano possibile dal traffico della carreggiata.

Ricordatevi, infine, di posizionare il triangolo di segnalazione almeno a 50 metri dal veicolo in panne.

Il peggio è passato: non vi rimane altro che contattare il servizio assistenza stradale e attendere.

Con Direct Line 10 rate a tasso 0

Paga a rateSiete nel pieno delle vostre vacanze e, per una drammatica congiunzione astrale, proprio in questo periodo scade la vostra polizza? Nessun problema: ci pensa Direct Line con l’offerta 10 rate a tasso 0.

Siate onesti: difficile rinunciare a un suggestivo aperitivo in spiaggia al tramonto o a quel bikini a cui avete fatto il filo da settimane. In estate ci si vizia un po’: perché dovreste investire tutti i risparmi pazientemente accantonati per pagare il premio assicurativo? Direct Line vi viene in aiuto con l’offerta 10X0.

Di cosa si tratta

Direct Line, in collaborazione con Findomestic, offre l’opportunità di pagare il premio della polizza in 10 rate a tasso 0.

Aderire a questa iniziativa è semplicissimo: calcolate un preventivo per la vostra auto o per la vostra moto e acquistate la polizza qualche giorno prima della naturale scadenza del contratto assicurativo che avete in essere. Per poter accedere alla rateizzazione dovrete semplicemente selezionare l’opzione “paga in 10 rate a tasso 0” e il gioco è fatto.

Non solo: se siete già clienti Direct Line con una polizza auto potrete usufruire dello sconto fedeltà, applicabile sia se l’auto assicurata è intestata a voi sia se l’auto assicurata è intestata a un membro della vostra famiglia.

Anche se pagherete il premio a rate ricordatevi che state stipulando un contratto assicurativo annuale, quindi state tranquilli!

Il pagamento rateizzato è una valida alternativa al “pago tutto e subito”, perché permette di acquistare ciò di cui avete necessità, senza intaccare il vostro capitale. Le rate permettono di ammortizzare i costi per un periodo di tempo maggiore, dandovi la possibilità di non rinunciare ai vostri desideri, soprattutto a quelli estivi.

Trascorrete le vostre giornate senza pensieri: godetevi il panorama, il relax e la buona tavola. Buone vacanze!

Questa offerta è valida fino al 21 settembre 2017, troverete tutti i dettagli e le note legali sul sito directline.it.

 

 

Multe per eccesso di lentezza.

limite-minimo-di-velocitàVi sembrerà strano, ma si rischia la multa anche per eccesso di …. lentezza.

Proprio così: se è vero che avere il piede pesante sull’acceleratore è pericoloso, lo è anche guidare a velocità decisamente ridotta.

Cosa dice la legge

Il Codice della Strada chiarisce questo principio in particolare nell’articolo 141, in cui specifica che “il conducente non deve circolare a velocità talmente ridotta da costituire intralcio o pericolo per il normale flusso di circolazione”. In caso di violazione di questa norma si è soggetti a una sanzione amministrativa, che viene in genere applicata dalle autorità sulla base di una percezione soggettiva. Tale multa può arrivare fino a 168 euro.

Diversamente dai limiti massimi di velocità, il codice non stabilisce un limite minimo, delegando agli enti proprietari della strada la valutazione di una soglia di velocità sotto la quale non è possibile circolare. Tale limite minimo di velocità viene indicato da un segnale d’obbligo blu, in cui viene riportata la velocità in km/h sotto la quale non si può circolare.

Questo limite comporta, inoltre, un divieto di circolazione su quelle strade ai veicoli che, per caratteristiche tecniche, non possano sostenere la velocità minima richiesta. Non a caso questo limite spesso coincide con il limite minimo di cilindrata.

Chi va piano…

Sfatiamo quindi il falso mito del “chi va piano va sano e va lontano”. Non sempre, infatti, andare piano è sinonimo di sicurezza. Procedere troppo lentamente può creare intralcio ovvero pericolo alla normale circolazione dei veicoli. Vi è mai capitato di dover rallentare bruscamente perché l’auto davanti a voi procede a una lentezza eccessiva rispetto alle condizioni stradali e di visibilità? I veicoli che procedono troppo lentamente possono costituire un vero e proprio ostacolo, una sorta di tappo alla normale circolazione che spinge, spesso, a manovre di sorpasso azzardate.

Detto questo, ricordiamo che la velocità eccessiva è altrettanto pericolosa. Per viaggiare sicuri rispettate i limiti di velocità:

  • 130 km/h per le autostrade;
  • 110 km/h per le strade extraurbane principali;
  • 90 km/h per le strade extraurbane secondarie;
  • 50 km/h per le strade nei centri abitati.

Ergo: evitate tutti gli eccessi… e guidate con prudenza!

Pagina 1 di 1312345...10...Ultima »