Patente per la moto: regole, requisiti e costi

Patente per la moto costi regole e requisitiSe nella guida vedete un momento di svago e di relax, ad un certo punto potrete essere stuzzicati dal desiderio di concedervi una moto. Prima di comprare la vostra due ruote, però, dovrete essere in regola con la patente per la moto: quali sono le regole? Ci sono dei requisiti particolari? Quanto costa?

Patente A3, regole e requisiti

Esistono diversi tipi di patenti che vi abiliteranno a guidare la moto, tutte catalogabili sotto la categoria A. Tralasciando le patenti AM, A1 e A2 (che sono acquisibili a partire rispettivamente da 16, 16 e 18 anni) concentriamoci sulla patente A3 o libera, che potrete prendere dai 20 anni in su se siete in possesso di una patente A2 da almeno due anni. In assenza di quest’ultima dovrete aspettare i 24 anni.

Se avete già una qualsiasi patente di guida vi sarà sufficiente affrontare un esame pratico, in caso contrario dovrete prima passare dallo step teorico. La prova pratica consisterà invece nella guida di una moto di almeno 600 cc di cilindrata con potenza di almeno 40 kW.

Non tutti possono guidare moto di questa portata: oltre a 10/10 complessivi di vista con almeno 2/10 per l’occhio che vede di meno, dovrete avere un buono udito e non avere alterazioni anatomiche che risultino invalidanti.

Patente per la moto, come variano i costi

I costi che dovrete sostenere variano a seconda del fatto che vi prepariate da privatisti o, al contrario, decidiate di affidarvi ad una scuola guida. Nel primo caso siamo sui 140 euro, nel secondo si parte da una base di 250-300 euro cui bisogna aggiungere il costo di ogni singola guida (in genere 20 o 30 euro l’una).

Nel caso optiate per il metodo “fai da te” dovrete prima passare alla Motorizzazione Civile, compilare un modulo e pagare due bollettini con una spesa complessiva di 45 euro. Come già sottolineato, prima dell’esame dovrete anche esibire un certificato medico che solitamente costa circa 50 euro.