Tutti i post nella categoria: Moto

A farvi risparmiare ci pensa Direct Line

RisparmiareSiamo in piena estate e, si sa, durante le ferie ci si coccola un po’ di più, non si pensa certo a risparmiare: poche rinunce, tanti stimoli e spese pazze. Come rinunciare a un buon aperitivo in spiaggia? E a un buon pranzo in qualche rifugio? E che dire dei saldi?

Ed ecco che il piccolo tesoretto risparmiato per le spese ordinarie piano piano si assottiglia: rimangono le bollette da pagare, la spesa da fare, il serbatoio della benzina da riempire.

E se avete la polizza della vostra moto in scadenza?

Nessun problema: con Direct Line potete tirare un sospiro di sollievo. Fino al 20 settembre potrete, infatti, calcolare un preventivo e acquistare la polizza per la vostra moto in 12 comode rate a tasso zero. Proprio così: non sarà necessario pagare subito l’intero importo della polizza moto, ma potrete anche dilazionare la spesa in 12 rate.

Aderire a questa iniziativa è semplicissimo: calcolate un preventivo per la vostra moto e acquistate la polizza qualche giorno prima della naturale scadenza del contratto assicurativo che avete in essere. Per poter accedere alla rateizzazione potrete semplicemente selezionare l’opzione “paga in 12 rate a tasso 0” e il gioco è fatto.

Non solo: se siete già clienti Direct Line con una polizza auto potrete usufruire dello sconto fedeltà del 10%, applicabile sia se l’auto assicurata è intestata a voi sia se l’auto assicurata è intestata a un membro della vostra famiglia.

E non è tutto: se non utilizzate la moto per qualche mese, avrete la possibilità di sospendere temporaneamente la polizza, aumentando così il periodo di copertura assicurativa.

Quindi: quest’estate niente rinunce, a farvi risparmiare ci pensa Direct Line!

Finalmente la primavera: via libera alle due ruote

Checklist moto

Con l’arrivo della primavera gli alberi si riempiono di gemme e le strade si riempiono di due ruote.

Prima di risvegliare dal letargo invernale le vostre moto ricordatevi, però, di verificare che sia tutto in regola. Ecco, quindi, un’utile checklist dei controlli da effettuare prima di salire in sella al vostro centauro.

Batteria

La prima domanda è “si avvierà al primo colpo?”: la batteria, infatti, è particolarmente soggetta al riposo forzato invernale. Se non l’avete staccata durante i mesi freddi è possibile che la risposta sia “no”. In questi casi consigliamo di constatare lo stato di carica della batteria ed, eventualmente, di rivolgervi a un buon elettrauto. Se viceversa avete ascoltato i nostri consigli sulla manutenzione della moto in inverno e, quindi, avete scollegato i cavi della batteria, non dovrete far altro che ricollegarli e mettere in moto il vostro bolide.

Freni

La sicurezza è fondamentale: prima di rimettere in strada la vostra due ruote controllate attentamente lo stato dei tubi flessibili. E’ necessario verificare che il freddo dei mesi invernali non abbia provocato crepe, in tal caso sarà necessaria una sostituzione per garantire la perfetta efficienza dell’impianto frenante.

Pneumatici

Controllate l’usura delle gomme: il battistrada non deve aver raggiunto il valore limite di 1.6 mm previsto dal Codice della Strada. Se così fosse è necessario cambiare le gomme, non solo per evitare sanzioni amministrative, ma soprattutto per la vostra sicurezza. Uno pneumatico usurato aumenta il rischio che la moto non aderisca perfettamente al manto stradale. Attenzione anche che le gomme non si siano deformate: durante il fermo invernale è consigliato utilizzare il cavalletto centrale, affinché i cerchi non si ovalizzino a causa dello sforzo di sostenere il peso della moto su uno stesso punto per intere settimane.

Livelli

Ormai ci siamo: ancora qualche piccola verifica e la vostra moto sarà pronta per la stagione primaverile. Controllate il livello dell’olio motore, del liquido di raffreddamento e dei freni.

….infine

Se avete sospeso la vostra polizza assicurativa per i mesi invernali ricordatevi di riattivarla prima di rimettere in strada la vostra due ruote. Siete pronti? Che cosa aspettate: la primavera vi attende!

Motorino in due: da ora si può già a sedici anni

Come pulire la moto

Dal 18 agosto è entrata in vigore un’importante modifica del Codice della Strada: anche i sedicenni possono andare in motorino in due. Una novità sicuramente molto gradita ai giovani, meno forse ai genitori, resasi necessaria per ottemperare alla richiesta della Comunità di allinearsi alla Legge europea 2014. Questa la prima delle principali  novità introdotte. Ecco le principali:

 

1) Passeggeri del motorino

Con la nuova norma decade il divieto per i sedicenni titolari di patenti AM, A1 e B1 di trasportare un passeggero a bordo dei ciclomotori (prima del 18 agosto si poteva fare solo se maggiorenni), a condizione naturalmente che il veicolo sia omologato per il trasporto di due persone. Il divieto rimane valido per i titolari di patente AM con età inferiore ai 16   anni.

Ecco la modifica prevista dal Codice della Strada «Sui ciclomotori è vietato il trasporto di altre persone oltre al conducente, salvo che il posto per il passeggero sia espressamente indicato nel certificato di circolazione e che il conducente abbia età superiore a sedici anni».

2) Patenti speciali

Cambia la regola per le patenti speciali per disabilità. Per i titolari di patenti speciali è permesso trasportare rimorchi senza limiti di peso. È stato infatti eliminato il limite di massa massima autorizzata, fissato a 750 chilogrammi. Rimane obbligatorio conseguire il titolo abilitativo per il traino del rimorchio cosiddetto non leggero (superiore ai 750 chilogrammi).

2) Esami patente

Cambia anche la legge sugli esami per la patente B, in particolare vengono meno alcune prescrizioni specifiche del nostro paese che imponevano il possesso della patente B da almeno 3 anni per tutti gli esaminatori, anche per il rilascio di patenti AM, A1, A2, A, B1 e B. La modifica normativa prevede che gli esaminatori posseggano, da almeno 3 anni, la titolarità di una patente della stessa categoria per la quale esercitino la professione di esaminatore.

3) Idoneità alla vista

Sono stati aggiornati i parametri che definiscono l’idoneità alla vista. I gradi del campo visivo vero l’alto necessari per conseguire la patente passano da 25 a 30 gradi.

Pagina 1 di 712345...Ultima »