Tutti i post nella categoria: Manutenzione

Kit del buon meccanico

Kit del buon meccanicoSpesso in auto si può trovare di tutto: dagli oggetti indispensabili a quelli francamente inutili. Le vacanze si avvicinano, vale la pena di razionalizzare gli spazi del vostro veicolo: ecco l’utile check list del kit del buon meccanico, ovvero tutto ciò che è utile tenere in auto per evitare brutte sorprese.

Guanti

Partiamo dall’oggetto più semplice, ma non per questo meno importante. Tenente sempre in auto dei guanti da lavoro. Se dovete improvvisarvi meccanico, tanto vale entrare bene nel ruolo. Scherzi a parte: i guanti da lavoro sono un accessorio indispensabile nel caso in cui dobbiate cambiare una gomma o mettere le mani all’interno del vano motore.

Torcia portatile

Uno strumento economico e funzionale da avere in auto è senza dubbio una torcia portatile. Se non l’avete ancora acquistata, meglio le torce ricaricabili: eviterete il rischio che, in caso di non utilizzo, le batterie si ossidino.

Fusibili e lampadine

Avere in auto fusibili e lampadine di ricambio potrebbe rivelarsi molto utile. E’ vero che questo kit non fa parte della dotazione obbligatoria da avere in auto; nondimeno guidare con le lampadine dei fari bruciati può esporvi a rischi e multe. L’articolo 152 del Codice della Strada regola, infatti, gli obblighi di segnalazione visiva e illuminazione dei veicoli. In caso di mancato rispetto della normativa si rischia una sanzione fino a 169 euro.

Kit riparazione gomme

Innanzitutto accertatevi di avere in auto il cosiddetto ruotino di scorta. In tal caso ricordatevi di tenere in auto un cric e una chiave per bulloni.  Nel caso non lo abbiate in dotazione consigliamo, in caso di gomma bucata, il kit riparazione gomme, una bomboletta spray contenente aria e materiale sigillante. Il materiale sigillante vi permetterà di tappare il foro e l’aria contenuta nello spray riporterà in pressione la gomma. Questa soluzione è applicabile se il foro è piuttosto piccolo e non può essere considerata una riparazione definitiva. Sia che usiate il ruotino sia che usiate lo spray è necessario che vi rechiate successivamente dal gommista per procedere col cambio dello pneumatico.

Cavi d’avviamento

Può succedere in qualunque momento: avete lasciato i fari accesi? Vi siete attardati con l’auto spenta ad ascoltare la vostra stazione radio preferita? Il rischio di consumare la batteria della vostra auto è alto. Nel caso vi troviate nella spiacevole situazione di avere la batteria a terra è utile avere in auto i cavi d’avviamento.

In ogni caso, e per qualunque motivo vi dovesse capitare di fermarvi con l’auto in panne, ricordatevi sempre di:

  • indossare il giubbino catarifrangente omologato, così come previsto dalla normativa;
  • posizionare il triangolo di segnalazione omologato, a 50 metri di distanza dal veicolo fermo.

Infine, se non siete esperti di fai da te, e il ruolo del meccanico non fa per voi, chiamate i numeri di emergenza:

112: numero unico di emergenza europeo (NUE);

113: soccorso pubblico di emergenza;

115: vigili del Fuoco.

Smart Tyre, lo pneumatico intelligente

pneumatico-intelligenteFacciamo un breve sondaggio: cosa vi aspettereste da uno pneumatico intelligente? Magari che possa essere in grado di eseguire un’autodiagnosi, segnalando il proprio stato di usura e perché no? Magari che fosse in grado di prevenire gli incidenti stradali.

Pensate sia fantascienza? Invece no: si chiama Smart Tyre ed è un progetto italiano.

Di cosa si tratta?

L’idea è semplice quanto rivoluzionaria: lo Smart Tyre è un sistema di sensori e unità di elaborazione dati che si integrano col computer di bordo. I segnali inviati dai sensori vengono rielaborati dall’hardware della vettura e permettono all’automobilista di conoscere lo stato di usura delle gomme, eventuali danneggiamenti e una stima di quando provvedere al cambio gomme.

Quali vantaggi?

Lo pneumatico intelligente permette un controllo costante dell’usura delle gomme; aspetto determinante in termini di sicurezza stradale. Il battistrada è – infatti – l’unico punto di contatto della vettura con il manto stradale: una corretta e costante manutenzione dello stesso è il primo passo per una guida sicura. Pensate a quali potrebbero essere le conseguenze di gomme lisce e usurate sul sistema frenante della vostra auto.

Non solo: avere gli pneumatici performanti si traduce anche in una consistente riduzione dei consumi energetici, perché circolare con gomme in cattive condizioni produce un maggior dispendio di carburante.

E infine un po’ di campanilismo: possiamo dire con orgoglio che il progetto è made in Italy. Smart Tyre nasce dalla collaborazione di un gruppo interdisciplinare dell’Istituto TeCIP (Tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione, della Percezione) della Scuola Superiore di Sant’Anna di Pisa che ha brevettato il sistema informatico alla base del funzionamento dello pneumatico intelligente.

Il sistema è ancora in fase di sperimentazione, ma non si dovrà attendere ancora molto perché il lancio sul mercato è previsto nel 2017.

Partenza intelligente

le moto migliori per i viaggi lunghiTempo di rientri dalle vacanze, si prospettano weekend da bollino rosso per il traffico. Quale soluzione adottare? Molti optano per la cosiddetta “partenza intelligente”, quindi alzatacce all’alba per evitare ore di code interminabili oppure tutti in macchina in piena notte per godere del silenzio e, si auspica, delle quiete notturna.

Siete proprio sicuri che la partenza intelligente si esaurisca in questi piccoli escamotage per evitare il traffico?

La “partenza intelligente” non risponde semplicemente all’esigenza di evitare code e ingorghi stradali, ma va tradotta in termini di sicurezza stradale.

Check up auto

Innanzitutto prima di mettervi alla guida per il rientro dalle vacanze verificate lo stato della vostra auto. Se avete eseguito un buon check-up prima della partenza, dovreste essere sufficientemente tranquilli.

In ogni caso verificate il livello dei liquidi (olio motore, liquido di raffreddamento, livello dell’acqua, lavavetri) e, in caso di necessità, rabboccateli. Controllate, inoltre, lo stato di usura delle gomme: le alte temperature estive potrebbero, infatti, aver causato una diminuzione di pressione delle gomme.

Carico bagagli

Distribuite sapientemente i pesi e, se avete preso souvenir troppo ingombranti, attenzione perché potreste rischiare una sanzione amministrativa fino a 335 euro. Il Codice della Strada prevede, infatti, regole ben precise per quanto riguarda il trasporto di oggetti in auto. Un carico eccessivo ovvero posizionato in maniera scorretta potrebbe essere fonte di pericolo. Nello specifico il carico deve essere sistemato in maniera tale de evitare il rischio di caduta dal veicolo e in modo da non compromettere in alcun modo la visibilità del conducente, né, tanto meno, impedirgli la libertà di movimento alla guida. Va inoltre ricordato che tutti gli oggetti vanno ancorati correttamente per evitare che, in caso di brusca frenata o urto, possano trasformarsi in proiettili.

Buon senso

Un ultimo consiglio, il più importante: ricordatevi che l’auto risponde bene ai vostri comandi solo se il conducente alla guida è lucido e concentrato.

Per una partenza  veramente intelligente attenetevi a queste importanti regole di buon senso:

  • riposatevi a sufficienza, anche se si tratta dell’ultima sera di vacanza
  • mangiate leggeri
  • evitate alcolici
  • indossate indumenti comodi, in particolare scarpe adatte alla guida
  • effettuate soste periodiche.

Se avvertite i sintomi della sonnolenza (bruciore agli occhi, palpebre pesanti, sbadigli frequenti), non fate gli eroi: fermatevi per un sonnellino di un quarto d’ora.

Buon viaggio!

Pagina 1 di 712345...Ultima »