Traino di carrelli

I carrelli appendice sono definiti come parte integrante dell’auto e non necessitano di immatricolazione e targa. Sono costituiti da un solo asse e due ruote. Il carrello trainato dalle auto, per rientrare nella categoria dei carrelli appendice, deve avere una lunghezza massima di 2 metri (compreso il gancio di traino), larghezza massima di 1,2 metri e peso a pieno carico non oltre i 300 chilogrammi.

Se l’autoveicolo ha una massa superiore ai 1000 chilogrammi il carrello appendice può essere lungo fino a 2,5 metri, largo 1,5 metri e pesante fino a 600 kg a pieno carico. Proprio per la definizione di carrello appendice, esso, facendo parte del veicolo a cui è agganciato non necessita di assicurazione. E’ necessario però assicurare il gancio di traino richiedendo un aggiornamento della vostra polizza.

Il vostro carrello, inoltre, deve essere registrato sulla carta di circolazione della vostra auto. Esso potrà essere trainato soltanto dalla vostra vettura. Per trainare queste tipologie di carrelli è necessario apporre sul retro del carrello una targa ripetitrice della vostra auto. La targa dovrà essere ben visibile, illuminata, con sfondo giallo e caratteri in nero. Potete richiedere la targa ripetitrice presso gli uffici della Motorizzazione Civile. Per il traino di carrelli appendice non è necessario conseguire la patente E relativa ai rimorchi.