Smart Tyre, lo pneumatico intelligente

pneumatico-intelligenteFacciamo un breve sondaggio: cosa vi aspettereste da uno pneumatico intelligente? Magari che possa essere in grado di eseguire un’autodiagnosi, segnalando il proprio stato di usura e perché no? Magari che fosse in grado di prevenire gli incidenti stradali.

Pensate sia fantascienza? Invece no: si chiama Smart Tyre ed è un progetto italiano.

Di cosa si tratta?

L’idea è semplice quanto rivoluzionaria: lo Smart Tyre è un sistema di sensori e unità di elaborazione dati che si integrano col computer di bordo. I segnali inviati dai sensori vengono rielaborati dall’hardware della vettura e permettono all’automobilista di conoscere lo stato di usura delle gomme, eventuali danneggiamenti e una stima di quando provvedere al cambio gomme.

Quali vantaggi?

Lo pneumatico intelligente permette un controllo costante dell’usura delle gomme; aspetto determinante in termini di sicurezza stradale. Il battistrada è – infatti – l’unico punto di contatto della vettura con il manto stradale: una corretta e costante manutenzione dello stesso è il primo passo per una guida sicura. Pensate a quali potrebbero essere le conseguenze di gomme lisce e usurate sul sistema frenante della vostra auto.

Non solo: avere gli pneumatici performanti si traduce anche in una consistente riduzione dei consumi energetici, perché circolare con gomme in cattive condizioni produce un maggior dispendio di carburante.

E infine un po’ di campanilismo: possiamo dire con orgoglio che il progetto è made in Italy. Smart Tyre nasce dalla collaborazione di un gruppo interdisciplinare dell’Istituto TeCIP (Tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione, della Percezione) della Scuola Superiore di Sant’Anna di Pisa che ha brevettato il sistema informatico alla base del funzionamento dello pneumatico intelligente.

Il sistema è ancora in fase di sperimentazione, ma non si dovrà attendere ancora molto perché il lancio sul mercato è previsto nel 2017.