Le frecce queste sconosciute

Gli indicatori luminosi di direzione, più comunemente le moto migliori per i viaggi lunghidetti “frecce”, sono fondamentali per una guida sicura e, tuttavia, sembrano sconosciuti ai più.

Quante volte vi è capitato di dover frenare perché l’auto davanti a voi ha decelerato improvvisamente per svoltare senza mettere la freccia? E quante volte avete atteso inutilmente davanti a uno stop il passaggio di quella macchina, che poi ha svoltato nella vostra stessa strada senza indicare il cambio di direzione? L’elenco del “malcostume” nell’utilizzo, o meglio nel non utilizzo, delle frecce potrebbe essere lunghissimo: il mancato uso della freccia, infatti, è uno dei casi più frequenti di non rispetto del Codice della Strada e spesso la causa di numerosi incidenti.

Lo conferma un’indagine effettuata dall’Asaps (Associazione Sostenitori Amici della Polizia Stradale), dalla quale emerge che solo il 36% degli automobilisti utilizza gli indicatori di direzione nel momento opportuno. Lo studio ha preso in esame 700 automobilisti nelle città di Torino, Varese, Bologna, Roma e Napoli, ma fornisce una fotografia attendibile di ciò che avviene quotidianamente su tutte le strade del nostro territorio.

Vale dunque la pena di ricordare cosa dice in proposito la normativa.

Codice della Strada

L’articolo 154 del Codice della Strada impone l’utilizzo degli indicatori luminosi di direzione tutte le volte che:

  • ci s’immette nel flusso della circolazione, per esempio quando si esce da un parcheggio;
  • si cambia direzione o corsia;
  • s’inverte il senso di marcia;
  • si fa retromarcia;
  • si svolta a destra ovvero a sinistra;
  • s’impegna un’altra carreggiata;
  • ci s’immette in un luogo non soggetto a pubblico passaggio, per esempio dentro un cortile privato;
  • ci si ferma.

La segnalazione di tali manovre deve avvenire con sufficiente anticipo attraverso l’utilizzo delle frecce, che devono rimanere “accese” per tutta la durata dello spostamento e cessare non appena la manovra viene completata.

Il mancato utilizzo degli indicatori di direzione comporta multe e sanzioni accessorie come la decurtazione dei punti della patente. Qualche esempio? Se si cambia corsia in autostrada senza mettere la freccia si possono perdere fino a 2 punti della patente, oltre alla sanzione amministrativa; fino a 5 punti se si sorpassa senza segnalare la manovra, con una multa che può arrivare a 335 euro.

Valutando i pro e i contro quindi il suggerimento è uno solo: usate le frecce, basta premere una levetta che ci vuole?