Gomme invernali: siete pronti?

Tra pGomme invernalioco meno di un mese scatterà l’obbligo delle gomme invernali: a partire dal 15 novembre e fino al 15 aprile, sarà, infatti, necessario montare gli pneumatici invernali, nelle strade che ne prevedono l’obbligo.

Perché ve lo diciamo adesso? Perché la normativa prevede una tolleranza di un mese quindi, se volete evitare lunghe code dal gommista di fiducia, potete prendere fin da oggi l’appuntamento per fare il cambio gomme.

Ma siete proprio sicuri di sapere tutto sulle gomme invernali? Provate a rispondere a questo veloce quiz.

Le gomme invernali sostituiscono le catene da neve?

Da un punto di vista normativo sì. Nondimeno, se circolate su strade di montagna, è sempre bene avere le catene da neve nel bagagliaio: le gomme invernali sono, infatti, utilissime su fondo bagnato e scivoloso, ma se la strada è coperta de neve fresca e abbondante le catene garantiscono maggior sicurezza.

Come si riconoscono le gomme termiche?

Le gomme termiche hanno la marcatura M+S (Mud + Slow), accompagnata dal simbolo del fiocco di neve racchiuso nel profilo di una montagna con tre cime. Questi pneumatici invernali garantiscono un maggior grip su tutti i fondi – asciutto, bagnato, nevoso e ghiacciato – alle temperature inferiori ai 7° C.

Le gomme M+S sono equiparabili alle gomme termiche?

Da un punto di vista normativo sì. Sono le cosiddette gomme “quattro stagioni”, o per dirla bene, “all weather”: pneumatici che rappresentano un buon compromesso per poter circolare in qualsiasi periodo dell’anno. In quanto “gomme tuttofare” hanno ovviamente prestazioni limitate rispetto alle gomme termiche le cui caratteristiche sono decisamente più adatte per manti stradali tipicamente invernali.

Le gomme invernali vanno cambiate ogni due anni?

Si tratta di un luogo comune. Le gomme invernali, così come quelle estive, non hanno una scadenza fissa. Sono chiaramente soggette a usura, e una gomma deteriorata comporta una minor sicurezza stradale: ecco perché è fondamentale controllare lo stato di usura. In generale, controllate periodicamente gli indicatori di consumo posti nella scanalatura del battistrada e verificate che non vi siano crepe, tagli o anomalie della gomma. In tal caso optate sempre per una sostituzione.

E’ sufficiente montare solo due pneumatici invernali?

Anche se non è esplicitamente proibito dalla normativa, per viaggiare in sicurezza è opportuno cambiare tutto il treno gomme. Montare gli pneumatici invernali solo su un asse di trazione è rischioso perché l’auto tende a perdere aderenza con rischio di sovrasterzo o sottosterzo.

Avete passato il quiz? Non vi resta che prenotare dal vostro gommista di fiducia il cambio gomme!