Donne al volante

Donne al volanteIn occasione della festa delle mamme vorremmo partire da un assunto: le donne sono multi tasking anche quando sono al volante. Cosa significa? Semplicemente che sono in grado di fare più cose contemporaneamente, spesso con disinvoltura. Riescono a conciliare casa, lavoro, famiglia, amici, sport e chi più ne ha più ne metta, con estrema naturalezza.

Diciamo che prendono alla lettera il vecchio adagio “chi ha tempo non aspetti tempo”. Ma c’è un però: spesso questo tempo lo recuperano e lo reinvestono quando sono in auto. Ecco il podio delle cattive abitudini in auto:

  • Utilizzo del telefono: sì, lo sappiamo, non è solo una prerogativa femminile. Ma mentre gli uomini si attestano su due/tre chat di media ed eventuali telefonate (tra cui lavoro e Fanta calcio), le donne gestiscono almeno 10 chat: quella della classe per ogni figlio, quella delle amiche, quella delle amiche più amiche, quella ufficiale del lavoro, quella ufficiosa del lavoro, quella degli hobby, quella “sportiva”, quella culturale… Insomma per ogni interesse corrispondono almeno un paio di chat e svariate telefonate. Avete presente quanti messaggi si possono ricevere e mandare mentre state guidando? La domanda vuole essere a trabocchetto e la risposta è zero: l’utilizzo dello cellulare alla guida è fonte di distrazione e potenzialmente molto pericoloso;
  • Trucco e “parrucco”: è vero che le donne non hanno il monopolio su quest’abitudine, ma francamente è più facile vedere una donna al volante che si sistema il trucco rispetto a un uomo che si rade. Va ricordato che lo specchietto retrovisore ha una funzione più etica che non lo specchietto per il trucco.
  • Vitto e alloggio: l’auto, come si suol dire, è come una seconda casa. Vi si trascorre molto tempo nell’arco della giornata, ma è pur sempre un mezzo di trasporto. Si chiacchiera, si mangia, si beve. Attenzione a non trasformarla in guardaroba, sala trucco, fast food.

Insomma le donne sono talmente abituate a fare tanto che, a volte, eccedono.

E gli eccessi spesso sono pericolosi. E’ fondamentale, quando si è alla guida della propria auto, mantenere la concentrazione e l’attenzione necessaria: mani sul volante e mente libera: care donne prendetevi una pausa e quando guidate, guidate e basta.

Detto questo promettiamo di stilare una classifica anche per l’altra metà della mela.

Concludiamo con un augurio speciale a tutte le mamme, direttamente con le parole di Fiorella Mannoia “siamo così, dolcemente complicate, sempre più emozionate, delicate, ma potrai trovarci ancora qui”.