Cartelli arancioni sui camion, cosa significano?

Vi siete mai Cartelli arancioni sui camion, cosa significanodomandati i cartelli arancioni sui camion cosa significano? Non si tratta di una domanda per “addetti ai lavori” in quanto questi cartelli danno informazioni molto utili rispetto ai carichi trasportati dall’automezzo e possono rivelarsi di fondamentale importanza in caso di incidente.

In particolare i cartelli arancioni identificano le cosiddette merci pericolose, il trasporto delle quali è regolamentato dall’accordo internazionale ADR (accordo europeo relativo al trasporto internazionale su strada di merci pericolose). Tale accordo prevede la necessità d’identificare rapidamente la natura del carico per poter intervenire nel modo più appropriato in caso di necessità, in primis quando il veicolo subisce un incidente.

A tale scopo la Comunità Europea ha emanato la direttiva 94/55 CE che codifica i cartelli che devono essere obbligatoriamente applicati agli automezzi per una rapida identificazione del carico. I cartelli da applicare sono di due tipi:

Cartello arancione

Riporta il numero di identificazione della pericolosità della merce trasportata. È diviso in due sessioni: la sessione superiore riporta il numero Kemler che identifica il tipo di pericolo, mentre la sessione inferiore riporta il numero ONU che identifica in modo preciso la materia trasportata che è inclusa in una lista specifica. Di questa lista fanno parte migliaia di sostanze quindi, a meno che non siate appassionati chimici, è molto improbabile che una persona ne possa ricordare più di una decina.

Vale invece la pena di riportare un rapido bigino del significato del numero Kemler, in quanto è indispensabile per identificare la pericolosità della merce trasportata:

  • 2: Gas;
  • 3: Liquido infiammabile;
  • 4: Solido infiammabile;
  • 5: Comburente;
  • 6: Tossico;
  • 7: Radioattivo;
  • 8: Corrosivo;
  • 9: Pericolo di reazione violenta spontanea.

Se le cifre sono duplicate aumenta il livello di pericolosità (esempio 33 si traduce in liquido molto infiammabile).

Pannello romboidale

Indica le caratteristiche di pericolosità del pericolo. Tale contrassegno identifica, ad esempio, se la merce trasportata è esplosiva, infiammabile, tossica.

Cosa fare in caso di pericolo

A prescindere dal tipo di merce pericolosa trasportata, ecco i comportamenti da tenere in caso di incidente:

  • Contattare gli organismi competenti e fornire loro tutte le informazioni utili per intervenire: luogo dell’incidente, numero dei veicoli coinvolti, eventuale presenza di feriti, se visibile a distanza di sicurezza i codic Kemler;
  • Non avvicinarsi;
  • Portarsi, rispetto al veicolo trasportare, sopravvento per evitare esalazioni di sostanze potenzialmente tossiche;
  • Non fumare in prossimità dell’incidente;
  • Non provocare fiamme né scintille;
  • Non toccare eventuale prodotto fuoriuscito;
  • Non camminare nelle pozze del prodotto disperso.