Tutti i post nella categoria: Guida sicura

Attenzione al ghiaccio nero

ghiaccio neroL’ondata di maltempo sta colpendo tutta la nostra penisola: freddo, neve, raffiche di vento, piogge e ghiaccio nero.

Guidare con condizioni atmosferiche avverse è pericoloso e necessita, quindi, di particolare attenzione. Abbiamo già sottolineato l’importanza degli pneumatici invernali, indispensabili per una guida sicura anche con manti stradali bagnati e innevati. Ma i pericoli della strada sono numerosi e a volte invisibili: vi presentiamo il ghiaccio nero

Di cosa si tratta

E’ un sottile strato di ghiaccio, molto liscio e scivoloso, che si forma sulle strade. E’ chiamato ghiaccio nero (o gelicidio) perché tende a confondersi con l’asfalto, di qui la sua pericolosità: diventa, infatti, difficile identificarlo lungo il manto stradale.

Quando si forma

Il ghiaccio nero si forma quando goccioline di pioggia o di nebbia si ghiacciano non appena toccano il suolo congelato. Naturalmente questo fenomeno avviene a basse temperature, spesso sotto lo zero termico. Si forma solitamente di notte o durante le prime ore della mattina, quando le temperature sono minime.

Dove si forma

In generale il ghiaccio nero tende a formarsi nelle strade non esposte direttamente al sole e poco trafficate. Possiamo inoltre trovarlo su ponti, sottopassaggi, cavalcavia e gallerie.

Consigli utili

Abbiamo identificato il nostro nemico: il gelicidio è causa di molti incidenti stradali, proprio perché è difficile accorgersi della sua presenza insidiosa. Ecco qualche consiglio utile per affrontare il ghiaccio nero e aumentare la sicurezza stradale:

  • tenete i fari accesi anche nel pomeriggio. Per quanto invisibile il ghiaccio nero tende a formare lastre di ghiaccio lucide e lisce; la lucentezza del manto stradale si rivela un buon indicatore della sua presenza. I fari accesi anche nel pomeriggio possono, quindi, rivelarsi molto utili per individuare eventuali riflessi “sospetti”;
  • mantenete il parabrezza e i tergicristalli puliti ed eliminate qualunque oggetto dal cruscotto che possa ostacolare la visuale;
  • controllate costantemente le condizioni delle gomme. L’usura  è causa di incidenti anche in condizioni atmosferiche normali, con manto stradale ghiacciato il pericolo è assicurato. Se non lo avete ancora fatto, montate le gomme invernali;
  • in caso di condizioni atmosferiche critiche viaggiate lentamente e mantenete le distanze di sicurezza dal veicolo che vi precede

E, se nonostante tutte queste precauzioni, ti imbatti nel nemico invisibile:

  • mantenete la calma in modo da non avere reazioni repentine e incontrollate;
  • rallentante o inserite una marcia più bassa in modo da avere maggior controllo sulla traiettoria della vostra auto;
  • alzate il piede dall’acceleratore e mantenete ben salda la presa sul volante.

Il ghiaccio nero si forma, generalmente, su brevi tratti stradali, questo ti permetterà di riprendere il controllo del tuo veicolo.

Consigli utili per guidare durante la gravidanza

Consigli utili per guidare in gravidanzaSiete in attesa di un bambino? Innanzitutto congratulazioni. La gravidanza è un evento unico e straordinario, ma state tranquille: non vogliamo tediarvi con i classici consigli delle nonne perché, siamo certi, ne avrete ricevuti già a migliaia.

Quello che ci preme, come sempre, è la sicurezza stradale. Ecco quindi qualche consiglio utile e di buon senso da mettere in pratica.

Utilizzo della cintura

Iniziamo con sfatare un falso mito: le cinture di sicurezza vanno utilizzate anche durante i mesi di gravidanza. Il modo più sicuro di viaggiare è sempre quello di rimanere ben ancorati all’auto. Vanno chiaramente prese alcune precauzioni per evitare che la tensione della cinghia vi possa infastidire. Per avere la massima sicurezza, e il minimo disagio, indossate la cinture facendo passare la parte orizzontale sotto il pancione e la parte trasversale in mezzo al seno, a lato della pancia.

La normativa prevede l’esonero dall’utilizzo delle cinture per le future mamme solo in “condizioni particolari” (Art. 172 del Codice della Strada). Tali condizioni devono essere certificate dal ginecologo curante.

Attenzione ai sintomi

In particolare durante i primi mesi di gravidanza potreste aver a che fare con sintomi quali stanchezza, nausea e vertigini. Si tratta di sintomi assolutamente normali per le gestanti che potrebbero, però, rivelarsi potenzialmente pericolosi quando siete alla guida dell’auto. In caso di viaggi lunghi, quindi, privilegiate una sosta in più e, se siete accompagnate, alternatevi alla guida.

Se siete passeggere

Privilegiate i sedili posteriori, ovviamente se provvisti di cinture di sicurezza. Se viaggiate nel sedile anteriore portate la vostra seduta più indietro possibile in modo da mantenere una posizione comoda.

Comodità

Il vostro corpo si modifica e lo sapete bene, quindi puntate sulla comodità: evitate abiti troppo stretti che potrebbero vincolarvi nell’effettuare determinate manovre, come per esempio un parcheggio, e optate sempre per scarpe comode. Il vostro fisico ve ne sarà grato.

In generale, per qualunque dubbio chiedete al vostro medico: domandare è lecito, rispondere in questo caso è d’obbligo!

In arrivo il nuovo Codice della Strada

nuovo-codice-della-stradaIl 2017 potrebbe essere l’anno buono per l’approvazione del nuovo Codice della Strada. Il testo ha ricevuto l’approvazione della Camera due anni fa ed è in attesa dell’approvazione definitiva da parte del Senato. Quali saranno le novità?

Inasprimento della pena per uso improprio del cellulare

Spesso abbiamo affrontato il tema dell’utilizzo dello smartphone mentre si guida, dalla telefonata senza auricolari ai selfie in auto. Vale la pena ribadire che la distrazione alla guida è una delle principali cause di incidente e, non a caso, il cellulare è il principale colpevole di tali distrazioni: secondo un’indagine Doxa, infatti, un italiano su due non rinuncia al suo smartphone neanche alla guida.

Non stupisce quindi che una delle principali novità del Codice della Strada sia proprio l’inasprimento della pena per chi utilizza il cellulare alla guida. Se colti in fragranza di reato, si rischia il ritiro della patente fino a 2 mesi con multa fino a 646 euro, a cui si aggiunge la decurtazione di 5 punti dalla patente. In caso di incidente è, inoltre, previsto il sequestro amministrativo del telefono, al fine di verificare se le cause del sinistro siano imputabili al suo utilizzo improprio.

Seggiolini auto per bambini

Novità importanti anche per la sicurezza dei minori: cambiano, infatti, i parametri per la scelta dei seggiolini in auto. In particolare le nuove regole hanno come destinatari i bambini fino a 125 centimetri d’altezza per i quali sarà obbligatorio l’utilizzo di un rialzo con schienale, al fine di assicurare una protezione maggiore in caso di sinistro, grazie a un miglior posizionamento della cintura di sicurezza. In caso di mancato rispetto delle nuove regole si rischia una sanzione fino a 285 euro, oltre alla decurtazione di 5 punti patente.

Sistemi anti – sonno e “anti – abbandono”

Gli emendamenti in fase di approvazione riguardano anche l’opportunità di installare sui veicoli sistemi a prova di colpo di sonno, ovvero tecnologie in grado di avvisare il conducente del calo di attenzione alla guida. Non solo: è al vaglio anche la possibilità di installare una tecnologia “anti – abbandono”, in grado di prevenire il drammatico fenomeno dei bambini dimenticati in auto.

Limiti di velocità

Le statistiche degli ultimi anni hanno registrato un incremento di incidenti nelle aree urbane, ecco quindi un giro di vite sulla velocità che, nei centri urbani, potrebbe essere ridotta ai 30 chilometri orari. Tale limitazione sarà attuata in particolare in alcune aree cittadine, in prossimità di ospedali, scuole, giardini pubblici.

Novità anche per i ciclisti

Le novità del Codice saranno estese anche ai ciclisti, categoria di utenti della strada particolarmente colpita da incidenti urbani. In particolare le nuove regole verteranno sull’utilizzo delle luci e il controllo puntuale dei dispositivi catadiottrici in grado di segnalare correttamente la presenza della bicicletta.

 

Pagina 1 di 2112345...1020...Ultima »