Guidare in Spagna

guidare in spagna
Vamos a conducir el coche!
Si fa in fretta a dirlo e pure a farlo, in realtà. Sono davvero tanti gli italiani che si recano in Spagna per le vacanze con la propria auto. Anche qua, però, è bene essere a conoscenza delle regole generali vigenti Spagna. Olè!
I limiti di velocità non sono molto differenti dai nostri: 50km orari nei centri abitati, 90 km/h sulle strade extraurbane e 120km/h sulle autostrade, giusto 10 km in meno che in Italia. Ma…e non è un “ma” da poco, il superamento dei limiti di velocità è considerato in Spagna un reato penale. Consiglierei di fidarsi sulla parola e di non testare direttamente.
Oltre alle multe salate, potresti rischiare il carcere se giri senza patente o sotto effetto di alcol. La Spagna è certo famosa per la movida e la sangria, ma al volante devi stare sotto allo 0,5g/l di tasso alcolemico. Insomma, come al solito o bevi, o guidi: il miglior consiglio al di là delle Leggi.
Alla guida non si parla al telefono. Vuoi usare gli auricolari? No, non è consentito in Spagna. Puoi utilizzare, se ne disponi, un vivavoce integrato all’auto, ma altrimenti metti giù quel cellulare.
Se non vuoi rovinarti le vacanze, rispetta tutte le prescrizioni locali: c’è un’usanza in Spagna che potrebbe crearti qualche problema. Il codice stradale spagnolo prevede infatti, per i non residenti, il pignoramento precauzionale del veicolo in caso di multa…così, tanto per assicurarsi che il turista paghi la contravvenzione. Poi ti ridanno l’auto quando hai saldato.
Per il resto sei qua vicino, non ci sono grandi differenze col nostro sistema. Ricordati di disporre sempre di una patente di guida valida, il libretto di circolazione a portata di mano, il contrassegno della polizza auto ben esposto e il numero telefonico della tua compagnia di assicurazione in tasca. E come al solito, guida con prudenza.