Contachilometri auto manomesso, attenzione se compri l’usato

State pensContachilometri auto manomesso, attenzione se compri l’usatoando di cambiare auto e vi siete orientati verso l’acquisto di un’auto usata? Attenzione ai ritocchini. Non parliamo di quelli estetici, ma di quelli al contachilometri dell’auto: un modo illegale per “ringiovanire” l’auto e venderla a un prezzo più alto rispetto al reale valore di mercato.

Si tratta di una pratica fraudolenta che purtroppo è più diffusa di quello che si pensa. Capita soprattutto con le auto che nei vari passaggi di proprietà sono appartenute a ditte di noleggio: queste sono infatti veicoli che spesso hanno percorrenze importanti e che, quindi, risultano poco appetibili per il potenziale acquirente. Chi comprerebbe una macchina di 5 o 6 anni di vita che ha macinato 100 mila chilometri senza nemmeno uno sconto sul valore di mercato? Probabilmente nessuno. Ecco perché ci sono truffatori che le acquistano a poco e le rivendono taroccando il contachilometri.

Secondo il codice civile l’acquirente che dovesse accorgersi del ritocchino può agire in giudizio per ottenere l’annullamento del contratto di compravendita con conseguente restituzione del prezzo pagato. Questo quanto ha stabilito la Cassazione con la sentenza n. 1480/2012. Il Tribunale di Arezzo, con sentenza 638/2014 ha, invece optato per la restituzione del prezzo versato in eccesso rispetto al reale valore del veicolo e il risarcimento del danno da responsabilità precontrattuale, per aver violato la buona fede dell’acquirente.

Come fare, quindi, per tutelarsi da possibili fregature in fase di acquisto di un auto di seconda mano? Ecco alcuni consigli:

  • Attenzione allo “specchietto per allodole”
    Valutate bene l’offerta presentata: se la proposta vi sembra troppo vantaggiosa e il prezzo dell’auto è parecchio inferiore alla quotazione di mercato, lasciate perdere!
  • Attenzione all’ “innamoramento a prima vista”
    Avete trovato l’auto dei vostri sogni? Ha tutto quello che cercavate? Attenzione: gli slanci emozionali potrebbero farvi abbassare le difese ed esporvi a eventuali truffe. È vero che l’occhio vuole la sua parte, ma non fatevi ingannare dall’amore a prima vista: controllate bene il veicolo e, se possibile, provatelo. 
  • Siate un po’ detective
    Impiegate un po’ di tempo e denaro per indagare sulla macchina; verificate tramite l’Aci o un’agenzia di pratiche auto il Pra (Pubblico Registro Automobilistico). Questo vi permetterà di sapere a quanti proprietari è appartenuta l’auto e il valore delle singole transazioni. Se il valore delle transazioni non è decrescente, potrebbe essere un buon indizio per dubitare dell’effettivo chilometraggio del veicolo.
  • Fate tante domande
    Chiedete, chiedete e chiedete: qualunque dubbio può essere  l’occasione per capire la veridicità delle informazioni ricevute. Il venditore onesto non avrà difficoltà a rispondere. In caso di risposte evasive o fantasiose, accendete il campanello d’allarme.