Bollo auto: vero e falso

Bollo autoCominciamo col dire che il bollo auto è una tassa e come tale va pagato. Non date retta alla notizia che circola ormai da tempo che sostiene che questa imposta sia illegale, perché si tratta dell’ennesima bufala. Per evitare fraintendimenti che potrebbero costarvi cari in termini di sanzioni, ecco un utile quiz per mettere alla prova la vostra preparazione sull’argomento.  Siete pronti? Ecco le domande:

Il bollo auto è una tassa di circolazione?

Falso: nonostante sia conosciuto come “bollo di circolazione”, il bollo non è una tassa sulla circolazione dei veicoli, bensì una tassa di proprietà, che va pagata indipendentemente dal fatto che si utilizzi o meno il veicolo. Si tratta, infatti, di un tributo applicato a tutti i veicoli sul territorio nazionale, che va versato ogni anno alla Regione in cui è residente il proprietario del mezzo.

L’importo  del bollo dipende dal tipo di veicolo?

Vero: dipende dalla potenza del vostro veicolo, espressa in KW oppure in cavalli fiscali, e dal suo impatto ambientale. I dati tecnici del veicolo possono essere facilmente recuperati sul libretto di circolazione.

L’importo del bollo dipende dalla Regione in cui risiede il proprietario?

Vero: ogni Regione ha dei parametri di riferimento differenti. Questo significa che l’ammontare del tributo da versare annualmente può variare da una regione all’altra, in funzione dei parametri applicati. Per verificare l’importo da versare si può consultare lo strumento di calcolo online messo a disposizione dall’ACI o dall’Agenzia delle Entrate.

Il bollo va tenuto in auto?

Falso: dal 1998 non è più un documento da tenere obbligatoriamente in auto.

Le auto elettriche sono esenti dal pagamento del bollo?

Vero: la Legge di stabilità 2015 ha introdotto l’esenzione dal pagamento del bollo per le auto elettriche per i primi cinque anni dall’immatricolazione. L’esenzione è inoltre concessa ai disabili, qualora siano proprietari del veicolo ovvero siano “a carico” dal punto di vista fiscale del proprietario del veicolo con cui vengono trasportati.

Il bollo auto va pagato entro il mese di scadenza?

Falso: può essere pagato senza maggiorazioni entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza. Facciamo un esempio: se il vostro bollo scade ad aprile 2016, avrete tempo per pagarlo fino al 31 maggio 2016.

Se avete risposto correttamente a tutte queste domande: bravi, abbiamo la ragionevole certezza che non rischierete sanzioni per il mancato pagamento di questa tassa di proprietà. Per tutti gli altri: suggeriamo di annotare i nostri consigli e di verificare la scadenza del vostro bollo!