Tutti i post nella categoria: Auto

Portasci: quale scegliere

portasciStai facendo il conto alla rovescia per l’inizio delle vacanze invernali? Ormai mancano pochi giorni e finalmente potrai godere del sospirato riposo. Se nei tuoi programmi hai previsto una bella sciata in montagna, ti proponiamo un’utile guida sui portasci più adatti alle tue esigenze.

Portasci sulle barre della tettoia

Indubbiamente è la soluzione più comoda ed economica, nel caso tua abbia già le barre portatutto montate sul tetto della tua vettura. In questo caso dovrai, infatti, limitarti all’acquisto di una coppia di supporti dedicati al trasporto di sci o snowboard. In genere con questo tipo di portasci puoi di trasportare fino a 6 paia di sci o, in alternativa, fino a 4 snowboard.

Portasci magnetici

Si tratta di una soluzione comoda e poco invasiva. Questo tipo di portasci prevede un supporto magnetico che aderisce al tetto metallico dell’auto. Molto semplice da montare e da smontare, non necessita di barre portatutto. Prima di montarli ricordati di pulire e asciugare accuratamente il tettuccio della tua vettura, al fine di garantire la giusta presa.

A seconda delle dimensioni hanno una capienza variabile: esistono modelli da due, quattro e anche sei paia di sci (e proporzionalmente fino a 4 snowboard).

Questi portasci sono ottimi, ma attenzione perché non possono essere montati su veicoli con:

  • tetti apribili in vetro o tetti panoramici: le piastre magnetiche sono infatti totalmente inefficaci sul vetro
  • tetti in fibra da vetro vinile o alluminio, per lo stesso motivo
  • tetti nervati o particolarmente curvi o bombati: per garantire la giusta presa, la totalità della piastra calamitata deve appoggiarsi sulla lamiera del veicolo

Portasci posteriore

Se la tua auto fa parte delle categorie sopra, puoi optare per una soluzione che non necessiti di un montaggio sul tetto. In particolare puoi scegliere un portasci posteriore, particolarmente indicato per i fuoristrada e i monovolume, ma adattabile a qualsiasi veicolo. Si tratta di un portasci formato da un telaio a barre, dove è possibile collocare in verticale gli sci.

Box da tetto per sci

E’ la soluzione più costosa, ma anche quella che garantisce miglior protezione alla tua attrezzatura sciistica, in quanto il bagaglio è protetto da intemperie ed eventuali furti da un sistema di serratura a chiave.

Idee regalo per automobilisti

Idee regalo per automobilistiIl Natale si sta avvicinando a passi da gigante e non hai ancora completato la lista dei regali da fare? Nessun problema, ti aiutiamo noi. Ecco alcune idee di regalo per i tuoi amici automobilisti.

Per gli sbadati

Sicuramente avrai anche tu qualche amico/a particolarmente sbadato: hai presente le scene di donne e uomini che svuotano tasche, borse, marsupi alla ricerca disperata delle chiavi per aprire l’auto? Ecco un regalo utile: si tratta di un portachiavi rintracciabile che, collegato tramite smartphone, permette di visualizzare l’esatta posizione del portachiavi.

Per gli sportivi

Che ne pensi di un porta sci magnetico.  Nulla di impegnativo poiché non è richiesta alcuna installazione, è sufficiente fissare il porta sci sul tetto e il gioco è fatto: i potenti magneti faranno il resto. Un’unica precauzione: accertati che l’auto del tuo amico sportivo non abbia il tetto panoramico.

Per gli amanti del fai da te

Avrai sicuramente amici automobilisti convinti del mantra “se lo può fare lui, lo posso fare anch’io” e se il lui in questione dovesse essere un gommista ecco il regalo giusto: un manometro digitale, in grado di misurare con precisone la pressione delle gomme.

Per i maniaci del controllo

Se la natura non li ha dotati di cento occhi, si può compensare con microcamere, in grado di monitorare ciò che avviene all’esterno della vettura oppure all’interno sui sedili posteriori. La seconda soluzione è particolarmente indicata nel caso il vostro amico abbia bambini; la telecamera, infatti, può essere posizionata in modo tale da trasmettere le immagini in diretta su un monitor installato vicino al guidatore, in modo da tenere sempre sotto controllo i baby passeggeri.

Per gli iper apprensivi

Al grido “non capita, ma se capita” ecco un regalo utile per gli amici automobilisti apprensivi: un carica batterie in grado di mantenere la batterie dell’auto sempre efficienti, particolarmente utile nei mesi freddi.

Per gli iper connessi

Smartphone, tablet, smartwatch e chi più ne ha più ne metta. Per gli amanti della tecnologia potrebbe essere utile uno sdoppiatore di porte USB per poter collegare e ricaricare qualunque device. In questo caso suggeriamo di scrivere nel bigliettino d’auguri: ricordati di non distrarti alla guida.

 

 

Come scegliere l’olio motore

olio motoreLa scelta dell’olio motore è fondamentale per garantire prestazioni efficienti alla tua auto. Si tratta di una scelta tutt’altro che banale: in commercio esistono, infatti, svariati prodotti con parametri e specifiche differenti. Sbagliare olio potrebbe compromettere il funzionamento del motore della tua auto: ecco perché è importante saper scegliere il prodotto più adatto.

Chi più spende meno spende

Cominciamo col dire che è bene diffidare dai prodotti troppo economici, la qualità si paga e olio di qualità scadente si traduce, in soldoni, a danni al motore che possono arrivare fino a migliaia di euro.

Caratteristiche dell’olio motore

Ci sono diverse tipologie di olio motore con caratteristiche specifiche. Le varie tipologie si distinguono innanzitutto per la loro natura: oli minerali, oli sintetici e oli long life. Il primo è utilizzato principalmente per le macchine agricole, trattandosi di un olio “grezzo”, il secondo è indicato per auto e il terzo, i particolare, è consigliato per motori moderni e particolarmente potenti.

Un’altra caratteristica è la viscosità dell’olio e la tipologia del motore per cui è stato progettato.Esistono, infatti, lubrificanti adatti per motori a benzina e altri adatti per motori diesel. In generale gli oli con sigla A sono per i motori a benzina e i B per i motori diesel.

La sigla presenta anche un riferimento numerico che identifica le principali caratteristiche dell’olio. In generale:

  • A3 e B3 sono lubrificanti adatti per auto ad alte prestazioni;
  • B4 è un olio adatto per i diesel a iniezione diretta;
  • A5 e B5 sono prodotti adatti per modelli specifici di motore, con una bassa vischiosità;
  • C1 si tratta di un olio “standard” con un basso contenuto di ceneri;
  • C2 e C3 sono adatti per auto di ultima generazione.

Quando cambiare l’olio motore

L’olio è una componente soggetta a usura e degrado. Vien da sé che il consumo è fortemente condizionato dall’utilizzo che si va del veicolo, ma anche dallo stile di guida. In generale l’olio per motori a benzina andrebbe sostituito ogni 15.000/20.000 chilometri, mentre per i diesel ogni 30.000/35.000 chilometri.

In ogni caso una corretta e puntuale manutenzione della tua auto, ti permetterà di valutare lo stato di usura dell’olio motore ed, eventualmente, procedere al cambio o rabbocco.

Pagina 1 di 2912345...1020...Ultima »