Infortuni, malattie e decesso: una precauzione non guasta

assicurazione contro infortuni

Trattare questo argomento non è allegro né divertente, ma purtroppo incidenti più o meno gravi accadono e premunirsi tramite un investimento nella prevenzione di gravi difficoltà può rivelarsi un grande aiuto.
Malattie e infortuni possono gravare pesantemente sulle casse di una famiglia: onerose spese mediche, ricoveri in costose cliniche private, impossibilità di lavorare e quindi di alimentare le entrate finanziarie.
E poi il caso peggiore, quello del decesso, che potrebbe eliminare totalmente gli introiti di una famiglia monoreddito.

Una polizza assicurativa che garantisca la copertura delle spese mediche, della temporanea inattività o della assenza di un reddito familiare si rivela una scelta saggia. Esborsi anche lievi, dilazionati in piccole rate mensili, possono garantire una tranquillità in più nella vita di tutti i giorni.

La polizza malattia prevede tre tipi di indennizzi: uno in caso di invalidità permanente derivante dalla malattia, uno sotto forma di risarcimento giornaliero per il ricovero (per tutta la durata del ricovero stesso) e un ultimo che consiste nel rimborso delle spese sostenute per un intervento o il ricovero presso cliniche private.

La polizza infortuni, invece, garantisce un indennizzo che varia a seconda della gravità dell’infortunio e sono previste altre eventuali opzioni come l’assistenza psicologica o l’adattamento della propria abitazione alle sopraggiunte esigenze motorie.

La copertura in caso di decesso, che garantisce ai soggetti designati l’incasso di una somma variabile a seconda del contratto, del premio corrisposto e del massimale sottoscritto.