Fondo vittime della strada

Fondo vittime della stradaSapete cos’è il fondo vittime della strada? Per chi non fosse esperto in materia, ecco un utile vademecum su cosa sia e a cosa serva il fondo vittime della strada.

Cos’è

Il Fondo di Garanzia per le Vittime della strada è stato istituito con la legge n.990 del 1969 ed è operativo dal giugno del 1971. È un istituto finalizzato a garantire i principi di sicurezza e solidarietà sociale. Nella fattispecie il Fondo provvede al risarcimento dei danni provocati dalla circolazione di veicoli nei seguenti casi:

  • danni causati da veicoli non identificati. Il risarcimento è dovuto per danni alla persona e per danni alle cose (con franchigia di 500 euro), solo in caso di danni gravi alla persona;
  • danni causati da veicoli sprovvisti di copertura assicurativa. Il risarcimento è dovuto per danni alla persona e danni alle cose;
  • danni causati da veicoli assicurati con compagnie poste in liquidazione coatta;
  • danni causati da veicoli messi in circolazione contro la volontà del proprietario (per esempio incidenti con auto rubate). Il risarcimento è dovuto per danni alla persona e danni alle cose.

Il Fondo è amministrato dalla Consap, sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico. La liquidazione dei danni è effettuata a cura delle Imprese Designate dall’Ivass con provvedimento valido per un triennio.

A cosa serve

Il Fondo ha natura risarcitoria e, di fatto, si sostituisce nel risarcimento al soggetto responsabile del danno. In soldoni il Fondo di garanzia Vittime della Strada interviene a favore dei terzi danneggiati.

Il suo ruolo di “tutela sociale” è oggi ancor più importante perché il numero dei veicoli non assicurati che circolano sul territorio italiano è in continuo aumento. Secondo uno studio pubblicato da “Il Sole 24 Ore” il 5 maggio – che si basa sui dati diffusi dal Ministero dei Trasporti – sono circa 5 milioni i veicoli non coperti da RC Auto (12% del parco circolante veicoli su strada). Un numero davvero alto che deve far riflettere.

Ricordiamo che la Responsabilità Civile è una copertura assicurativa obbligatoria, così come previsto dalla legge 990 del 1969, a tutela dei terzi. Circolare senza assicurazione significa esporre gli utenti delle strade a rischi, spesso ahinoi, molto gravi. Tutti noi corriamo seri rischi con 5 milioni di auto non assicurate. Meditate gente …. meditate.