Guida con infradito, si può?

infraditoCon l’estate la voglia di libertà e leggerezza aumenta: in vacanza perché indossare scarpe chiuse e scomode, quando si può stare tranquillamente con le infradito? Cosa dice la normativa in merito alla guida con infradito?

Codice della Strada

La domanda non è banale: un tempo il codice vietava la guida con ciabatte, infradito, zoccoli e, in generale, qualunque calzatura che non fosse chiusa e ben assicurata al piede. Il motivo era legato a un problema di sicurezza. Fino a qualche decennio fa, infatti, i freni erano meccanici e necessitavano quindi di un’azione energica sul pedale: tanto più la spinta era forte tanto prima il veicolo si arrestava.

Mai come in questo caso si può dire che la tecnologia negli anni abbia fatto “passi” avanti: l’ABS e i sistemi di frenata idraulici ed elettronici hanno notevolmente cambiato le abitudini di guida e di frenata.

Il Codice della Strada non impone più il divieto di guida con infradito e ciabatte, nondimeno nell’art. 141 si fa riferimento all’obbligo da parte del conducente di conservare sempre il controllo del proprio veicolo, affinché sia in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizioni di sicurezza.

Questo significa che l’abbigliamento e le calzature indossate durante la guida devono essere adeguate e non ostacolare la sicurezza. Niente più sudori freddi quindi se vi fermano per un controllo e siete in ciabatte, purché non si dimostri che le vostre calzature siano la causa del non perfetto controllo del mezzo.

Ovviamente si tratta di una situazione piuttosto improbabile da dimostrare, soprattutto se siete alla guida di auto di nuova generazione che non utilizza freni meccanici.

Regola del buon senso

Al di là di ciò che impone la normativa e la calura estiva, una regola rimane ferma: quella del buon senso. La priorità mentre si è alla guida deve essere sempre la sicurezza vostra e di tutti gli utenti della strada.

Se scegliete di guidare con ciabatte, infradito, sandali gioiello o zoccoli tirolesi accertatevi che le calzature che indossate non siano d’intralcio alla guida, al più tenete sempre nel bagagliaio un paio di sneakers, adatte a tutte le stagioni e a tutte le temperature!

Pokémon Go: attenzione alla sicurezza stradale

Pokemon GoPotevamo esimerci dall’affrontare anche noi il tormentone dell’estate? Non stiamo parlando di “Andiamo a comandare”, ma della moda che sta impazzando tra giovani e meno giovani: i Pokémon Go, l’App Nintendo che sta spopolando in tutto il mondo.

Vi chiederete “cosa c’entrano questi ricercatissimi mostricciattoli con Direct Line”? Teoricamente nulla, capita però che la realtà trascenda la fantasia. Ecco quindi che il gioco virtuale si è trasformato, suo malgrado, in un vero e proprio problema per la sicurezza stradale.

Sorvoliamo sulle regole e lo scopo del gioco, immaginiamo ne abbiate le Poke Ball piene, vi basti sapere che questa App rappresenta una fonte di distrazione pericolosa non solo per gli automobilisti, ma anche per pedoni e ciclisti che, troppo impegnati a catturare i personaggi immaginari, abbassano drasticamente la soglia di attenzione necessaria per circolare e camminare in sicurezza sulle strade e nell’ambiente circostante.

Il fenomeno sta diventando talmente virale che il Codacons ha lanciato l’allarme circa i rischi potenziali e concreti derivanti dall’utilizzo di questa App durante la guida dell’auto.

La preoccupazione è unanime, i dati sugli incidenti stradali del 2015, pubblicati recentemente, hanno visto una preoccupante impennata, rispetto agli anni precedenti: + 1,1% di incidenti mortali e + 6% di incidenti con feriti.

Molti di questi incidenti sono causati dalla distrazione alla guida. E indovinate un po’? L’utilizzo dello smartphone svetta nella classifica dei rischi maggiori: rispondere a un messaggio, chattare, fare selfie in auto, giocare a Pokemon Go, sono comportamenti potenzialmente pericolosi perché distraggono dalla guida. Secondo i dati di Aci e Istat tre incidenti su quattro sono causati dall’utilizzo improprio del cellulare in auto.

Da più parti s’invoca l’applicazione più rigida e severa dell’Art. 173 che impone il divieto al conducente “di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici”.

Nel frattempo via libera a soluzioni creative, come quella di due giovani di Perugia che hanno dato una svolta alla loro situazione lavorativa inaugurando il Pokebus. un pulmino da nove posti per accompagnare i cacciatori di Pokémon in giro per Perugia, in tutta sicurezza.

Nell’attesa che i Pokebus possano diffondersi almeno quanto i ricercatissimi mostricciattoli, non possiamo far altro che appellarci al buon senso: quando siete alla guida della vostra auto concentratevi su ciò che vi circonda, non sulle presenze virtuali!

A farvi risparmiare ci pensa Direct Line

RisparmiareSiamo in piena estate e, si sa, durante le ferie ci si coccola un po’ di più, non si pensa certo a risparmiare: poche rinunce, tanti stimoli e spese pazze. Come rinunciare a un buon aperitivo in spiaggia? E a un buon pranzo in qualche rifugio? E che dire dei saldi?

Ed ecco che il piccolo tesoretto risparmiato per le spese ordinarie piano piano si assottiglia: rimangono le bollette da pagare, la spesa da fare, il serbatoio della benzina da riempire.

E se avete la polizza della vostra moto in scadenza?

Nessun problema: con Direct Line potete tirare un sospiro di sollievo. Fino al 20 settembre potrete, infatti, calcolare un preventivo e acquistare la polizza per la vostra moto in 12 comode rate a tasso zero. Proprio così: non sarà necessario pagare subito l’intero importo della polizza moto, ma potrete anche dilazionare la spesa in 12 rate.

Aderire a questa iniziativa è semplicissimo: calcolate un preventivo per la vostra moto e acquistate la polizza qualche giorno prima della naturale scadenza del contratto assicurativo che avete in essere. Per poter accedere alla rateizzazione potrete semplicemente selezionare l’opzione “paga in 12 rate a tasso 0” e il gioco è fatto.

Non solo: se siete già clienti Direct Line con una polizza auto potrete usufruire dello sconto fedeltà del 10%, applicabile sia se l’auto assicurata è intestata a voi sia se l’auto assicurata è intestata a un membro della vostra famiglia.

E non è tutto: se non utilizzate la moto per qualche mese, avrete la possibilità di sospendere temporaneamente la polizza, aumentando così il periodo di copertura assicurativa.

Quindi: quest’estate niente rinunce, a farvi risparmiare ci pensa Direct Line!

Pagina 1 di 7012345...102030...Ultima »